Un doppio Pasolini riscoperto in dvd da Dall’Angelo Pictures

Dall’Angelo pictures, cui dobbiamo la riscoperta su supporto digitale di non pochi classici e cult italiani e stranieri, arricchisce la sua collana Dall’Angelo pictures Movie Club con due dei fondamentali lavori firmati dal compianto Pier Paolo Pasolini: Il Decameron (1971) e Il fiore delle mille e una notte (1974), ovvero le pellicole che hanno aperto e chiuso quella che – comprendente anche I racconti di Canterbury (1972) – è stata poi definita la Trilogia della vita.

ildecameron

La prima, trasposizione cinematografica di alcune delle cento novelle firmate dallo scrittore e poeta fiorentino Giovanni Boccaccio, è l’opera che valse al regista l’Orso d’Argento presso il Festival di Berlino, tenuta insieme tramite la figura di Ser Cepperello (Franco Citti), trasformato in Ser Ciappelletto tramite una confessione falsa e adorato come un santo, e quella del pittore Andreuccio (Ninetto Davoli), impegnato in un affresco e che si fa derubare di tutti i suoi averi da una giovane spacciatasi per sua sorellastra.

ilfioredellemilleeunanotte

La seconda, invece, tratta dall’omonima raccolta di novelle arabe e premiata a Cannes con il Gran Premio della Giuria a Pasolini, parte dalla storia di Nur Ed Din (Franco Merli) e della sua amata e perduta Zumurrud (Ines Pellegrini) per raccontare le vicende di Aziz (ancora Davoli) e Tagi (Francesco Paolo Governale), due giovani che attirano ragazzi e ragazze per farli accoppiare tra loro e scoprire chi tra tutti è il più grande amante.

Francesco Lomuscio



Condividi