Connect with us

ANTICIPAZIONI

OSTAGGI – Inizio riprese del film con Gianmarco Tognazzi e Alessandro Haber

Prime riprese a Rende (Cs) per Ostaggi, il film di Eleonora Ivone con Gian Marco Tognazzi, Vanessa Incontrada e Alessandro Haber. Il film è tratto dalla omonima pièce teatrale scritta da Angelo Longoni.

Publicato

il

ostaggi

Al via le riprese oggi a Rende di Ostaggi di Eleonora Ivone, autrice anche della sceneggiatura insieme ad Angelo Longoni.

Il film, tratto dalla omonima pièce teatrale, ha come protagonisti Vanessa Incontrada, Gianmarco Tognazzi, , Elena Cotta, Francesco Pannofino, Alessandro Haber, Jonis Bascir, Eleonora Ivon.

Ostaggi è una commedia con una comica visione della realtà sociale dei tempi che viviamo, una commedia che però ha anche una costruzione drammaturgica. Un piccolo specchio in grado di riflettere l’anima di una comunità che, nonostante la disgregazione che sta vivendo, ritrova un’umanità solidale e profonda.

Trama Ostaggi:

In “Ostaggi“, un uomo è inseguito dalla polizia perché ha rapinato una banca, entra in una panetteria e prende in ostaggio gli avventori. Ne nasce una commedia imprevedibile in cui Marco (Gianmarco Tognazzi), rapinatore improvvisato, č un piccolo imprenditore che all’ennesima cartella esattoriale dŕ di matto. Ambra (Vanessa Incontrada) è una ex infermiera, ora prostituta “in proprio”. Regina (Elena Cotta) è una pensionata cardiopatica dai guizzi rivoluzionari. Remo (Francesco Pannofino), un panettiere pavido e aggressivo. Nabil (Jonis Bascir) è un venditore siriano saggio. Il commissario (Alessandro Haber) e la negoziatrice Anna (Eleonora Ivone) devono risolvere la situazione. Questo mix umano si ritrova intrappolato in una situazione tragicomica, dove il gioco si fa sempre più imprevedibile.

Note tecniche:

“Ostaggi è un divertente apologo sulla profonda crisi che in molti cercano di negare. Il concetto che sta alla base del racconto è semplice ma fondamentale: “se nessuno fa nulla, non cambierà mai nulla”. Quelle dei cinque personaggi sono le tensioni e le paure di chi è ostaggio in altri modi e in altre situazioni all’interno della società“, dichiara la regista Eleonora Ivone. Nella pièce già si sottolinea come si parli di una storia cruda e divertente, una metafora delle disuguaglianze sociali, economiche e razziali, un apologo sulla profonda crisi che stiamo vivendo da anni.

Con Ostaggi Eleonora Ivone esordisce alla regia. La sua precedente esperienza cinematografica è il corto da lei scritto e diretto Apri le labbra, che tratta del delicato tema dell’abuso infantile. Il corto è stato presentato alla Mostra del Cinema di Venezia e alla Festa di Roma, premio Migliore Opera Prima al Terra di Siena Film Festival, premio Migliore Sceneggiatura e Colonna Sonora al Festival dei Popoli e delle Religioni di Terni.
Direttore della fotografia è Patrizio Patrizi, la scenografia è di Fabio Vitale, i costumi sono di Grazia Materia e Rosanna Sisto. Ostaggi è prodotto da Fenix Entertainment Spa in associazione con Wake Up,società di Eleonora Ivone, regista e sceneggiatrice del film, e Angelo Longoni, co-sceneggiatore del film e autore della pièce teatrale da cui la pellicola è tratta.

Il film sarà realizzato con un budget di 1,5 milioni di euro, di cui 160.000 finanziati dalla Calabria Film Commission.

Ostaggi

  • Regia: Eleonora Ivone