fbpx
Connect with us

DIRETTE EVENTI & FESTIVALS

Due anticipazione dalla sezione L’Altro Cinema | Extra del Festival Internazionale del Film di Roma

Due anticipazione dalla sezione L’Altro Cinema | Extra a cura di Mario Sesti del Festival Internazionale del Film di Roma in programma dal 28 ottobre al 5 novembre 2010 all’Auditorium Parco della Musica. Sabato 30 ottobre sarà proiettato “Prey” di Antoine Blossier, mentre venerdì 29 ottobre è in programma “Ad ogni costo” il nuovo film del Collettivo Amanda Flor

Pubblicato

il

LOGO_L'ALTRO_CINEMA_EXTRA_IT

Due anticipazione dalla sezione L’Altro Cinema | Extra a cura di Mario Sesti del Festival Internazionale del Film di Roma in programma dal 28 ottobre al 5 novembre 2010 all’Auditorium Parco della Musica.

Prey

Sabato 30 ottobre alle ore 23 presso Sala Petrassi sarà proiettato Prey di Antoine Blossier (Francia, 2010, 80’).
Una famiglia di proprietari terrieri e industriali si reca nella palude limitrofa alla loro residenza per scovare un cinghiale di dimensioni mostruose. Ma saranno i cacciatori a trasformarsi in prede: verranno attaccati e decimati da una intera covata di esemplari modificata geneticamente dagli scarichi.
Horror ambientalista di inarrestabile tensione, lascia deflagrare esplosioni di violenza animale a intervalli sempre più ravvicinati. I colpi di scena nei rapporti tra i protagonisti si succedono fino all’ultima sequenza. Dopo i primi minuti, tutto accade senza che alcuno riesca a porvi rimedio, in un acquitrino notturno dove, tra fiamme, urla e liquami, riecheggiano i migliori film di Walter Hill e John Carpenter.

AdOgniCosto

Venerdì 29 ottobre alle ore 23 sempre nella Sala Petrassi sarà proiettato Ad ogni costo (Italia, 2010, 85’) il nuovo film del Collettivo Amanda Flor, ragazzi giovanissimi, uniti da un talento fuori dal comune; i loro lavori sono da sempre connotati da budget ristrettissimi e da un coriaceo senso del cinema.
Antonio, disoccupato, non può vedere il figlio perché ne ha perso il diritto. Finisce per riprendere l’attività che conosce meglio e che gli rende di più: lo spaccio. Ma dovrà vedersela con altri pusher locali che rivendicano il territorio, in un mondo fatto interamente di erramenti metropolitani impregnati di solitudine e angoscia, di giornate tutte uguali, piene di minacce e indifferenza.
Un film scabro, scheggiato, pieno di asperità e cicatrici, che prende vita in una messa in scena impassibile e nervosa ed ha un finale, da noir, che lascia attoniti.

Per maggiori informazioni:
Festival Internazionale del Film di Roma – Sezione L’Altro Cinema | Extra

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.