72 Festival di Cannes: Palma d’Oro a Bon Joon Ho. Tarantino e Almodovar i grandi esclusi

Peccato per Marco Bellocchio e il suo Il traditore. E peccato anche per Pedro Almodovar: nessuno riconoscimento per lui, neppure stavolta. L'altro grande escluso è stato Quentin Tarantino con il suo Once Upon a Time in Hollywood

Serata conclusiva per il 72esimo Festival di Cannes: Catherine Deneuve, Michael Moore, Sylvester Stallone sono saliti sul palco per consegnare i premi ai vincitori della manifestazione durante la cerimonia che ha assegnato la Palma d’oro al film Parasite di Bon Joon Ho, secondo le decisioni della giuria presieduta dal regista messicano Alejandro Gonzalez Inarritu. Peccato per Marco Bellocchio e il suo Il traditore. Un premio l’avrebbe meritato più lui dei fratelli Dardenne a cui è andata la Palma per la Miglior regia per Le jeune Ahmed. Il ragazzino convertito all’islamismo, un teen terrorista in erba, non aveva convinto i festivalieri. E peccato anche per Pedro Almodovar: nessuno riconoscimento per lui, neppure stavolta. L’altro grande escluso è stato Quentin Tarantino con il suo Once Upon a Time in Hollywood.

Ecco i vincitori di Cannes 2019:

Palma d’Oro:
Parasite di Bong Joon Ho

Grand Prix speciale della giuria:
Atlantique di Mati Diop

Miglior attore:
Antonio Banderas per Dolor y Gloria di Pedro Almodovar (Spagna)

Premio della giuria:
Les Miserables di Ladj Ly (Francia) e Bacurau di Fleber Mendonça Filho e Juliano Dornelles (Brasile)

Miglior regia:
Jean-Pierre e Luc Dardenne per Le jeune Ahmed (Belgio)

Miglior attrice:
Emily Beecham per Little Joe di Jessica Hausner (Austria)

Miglior sceneggiatura:
Portrait de la jeune fille en feu di Celine Sciamma (Francia)

Menzione speciale: 
It Must Be Heaven di Elia Suleiman (Palestina)

Premio Camera d’Oro al Miglior primo film:
Nuestra Madres di Cesar Diaz (Guatemala)

Utlima modifica: 25 maggio, 2019



Condividi