28 FCAAAL: I Am Not A Witch di Rungano Nyoni vince il concorso del miglior lungometraggio

Sono stati assegnati ieri sera i premi del 28° Festival del Cinema africano, Asia e America Latina, che chiuderà ufficialmente oggi con le ultime repliche e proiezioni a Milano

Sono stati assegnati ieri sera i premi del 28° Festival del Cinema africano, Asia e America Latina, che chiude ufficialmente oggi 25 marzo 2018 con le ultime repliche e proiezioni a Milano. È stato privilegiato dalla giuria – composta da Michael Nyman, Guido Casali e Funa Maduka –  lo sguardo al femminile, premiando il lungometraggio I Am Not A Witch della giovane regista zambiana Rungano Nyoni. Così come la tunisina Moufida Fedhila ha vinto il premio per il miglior cortometraggio africano con Aya, storia del travaglio religioso di una bambina. Ha ricevuto una menzione speciale l’opera del brasiliano Felipe Hirsch che con Severina ha diretto un film di grande poesia sull’innamoramento e sull’amore per i libri, in una Montevideo inedita.

L’elenco dei premi principali

  • Premio Comune di Milano – Miglior Lungometraggio “Finestre sul Mondo”

I Am Not a Witch di Rungano Nyoni (Francia/UK/Zambia, 2017)

Menzione Speciale

Severina di Felipe Hirsch (Brasile/Uruguay, 2017)

  • Premio come Miglior Cortometraggio Africano

Aya di Moufida Fedhila (Tunisia/Francia/Qatar, 2018)

Menzione speciale

Il pleut sur Ouaga, di Fabien Dao (Francia/Burkina Faso, 2017)

  • Premio Extr’A  

 Babylonia mon amour  di Pierpaolo Verdecchi (Italia, 2017)

Menzione speciale

Abu Salim, di Antonio Martino (Italia/Libia, 2017)

  • Premio del Pubblico Città di Milano

 Killing Jesus  di Laura Mora (Colombia/Argentina, 2017)



Condividi