Intervista a Laura Bispuri, regista di Vergine giurata e Figlia mia

Laura Bispuri, autrice di Figlia Mia e Vergine Giurata, indaga con delicatezza tematiche estremamente attuali come la ricerca dell’identità e la rimessa in discussione della famiglia tradizionale. Il suo è un cinema introspettivo, che guarda alle motivazioni più profonde degli atteggiamenti dei suoi personaggi, i quali si ritrovano a muoversi entro un paesaggio che è spesso il loro riflesso

Figlia mia: Laura Bispuri costruisce un dramma nostrano, forte e visionario

Laura Bispuri, una regista che da sempre crede nelle donne, nella loro forza e nel loro protagonismo, costruisce un dramma nostrano, forte e visionario, seguendo passo passo le sue attrici – magnifiche ed acclamate a Berlino le interpretazioni di Valeria Golino, nel ruolo di Tina, ed Alba Rohrwacher in quello di Angelica – con una macchina da presa pronta a raccoglierne ogni respiro, emozione e goccia di sudore

Vergine giurata di Laura Bispuri in dvd

La regista per realizzare il film ha dedicato circa tre anni di lavoro alle operazioni di documentazione sulla cultura albanese, quella arcaica delle montagne, che segue il rigido codice Kanun. Bispuri con una riduzione all’osso dei dialoghi, riesce nel difficile compito di restituire il percorso di evoluzione psichica della protagonista, accompagnandoci nella difficile scoperta della sua femminilità

Al via il 16 giugno a Castiglioncello l’11a edizione di Parlare di Cinema

Il 16 giugno, con l’inaugurazione della mostra “Note di costume” a cura di Antonio Maraldi e con madrina l’attrice Elena Sofia Ricci, prende il via l’11a edizione di Parlare di Cinema a Castiglioncello. Tra gli ospiti della manifestazione: Mario Martone, Paolo Taviani, i registi esordienti Laura Bispuri, Paolo Cevoli, Duccio Chiarini, Pietro Parolin. Sabato 20 giungo si discuterà del rapporto tra cinema e televisione con Piera Degli Esposti, Chiara Francini, Lucia Mascino, Filippo Timi.

Vergine giurata

Laura Bispuri segna il suo esordio nel lungometraggio cercando ispirazione nel libro di Elvira Dones per raccontare una figura particolare, e forse insolita, quella della vergine giurata. Una vergine giurata è una donna che per avere gli stessi diritti degli uomini, e per non diventare quindi moglie e serva, si appella alle regole del Kanun, giura eterna verginità in cambio della libertà accordata solo ai patriarca e, di fatto, si veste ed è trattata come fosse un uomo

^ Back to Top