L’odio: finalmente in alta definizione il capolavoro di Mathieu Kassovitz

Segnali dall’universo digitale. Rubrica a cura di Francesco Lomuscio

7 Ottobre 2018

L’odio di Mathieu Kassovitz

Il film di Kassovitz poi non si limita a rappresentare l’odio, ma vuole portare questo odio alle estreme conseguenze: infatti il regista rappresenta l’odio dei suoi personaggi contro la stessa rappresentazione che il regista ne dà. In tal modo nel corso del film si passa progressivamente dalla rappresentazione dell’odio all’odio della rappresentazione

16 Dicembre 2015
^ Back to Top