fbpx
Connect with us

E-R Film Commission

E-R Film Commission: candidature aperte per il triennio 2024-2026

Il bando istituito da E-R Film Commission per l'esercizio cinematografico per il triennio 2024-2026 è ancora in corso e le candidature saranno prese in carico fino al 28 giugno.

Pubblicato

il

La Regione Emilia-Romagna, in attuazione del Programma regionale in materia di cinema e audiovisivo per il triennio 2024-2026, approvato con deliberazione dell’Assemblea Legislativa n. 150/2024, intende ampliare e consolidare il sostegno alle attività previste agli artt. 4, 5 e 6 della L.R. n. 20 del 23 luglio 2014, relative all’ambito della Promozione della cultura cinematografica e audiovisiva e del Sostegno all’esercizio cinematografico.

La Regione Emilia-Romagna intende acquisire proposte progettuali per azioni di sistema da realizzarsi sul territorio regionale nel triennio 2024-2026, che perseguano prioritariamente i seguenti obiettivi:

  1. Qualificazione e innovazione del sistema dell’esercizio cinematografico su tutto il territorio regionale, mediante specifica valorizzazione del cinema d’autore e di qualità, dell’ampliamento nell’offerta di servizi al pubblico;
  2. Valorizzazione e diffusione della conoscenza degli autori regionali e delle opere sostenute dal Fondo Audiovisivo Regionale, in particolare opere prime, documentari e cortometraggi di autori e produttori regionali;
  3. Conservazione, valorizzazione e messa in rete del patrimonio audiovisivo costituito dai film di famiglia quale memoria della comunità, rendendolo disponibile per gli operatori e per il pubblico;
  4. Rafforzamento della filiera di settore mediante la creazione di occasioni, nazionali ed internazionali, di incontro tra operatori/imprese ed i rispettivi mercati di riferimento, quale distribuzione ed esercizio cinematografico;
  5. Promozione di progetti internazionali finalizzati allo scambio di esperienze professionali e alla crescita della creatività giovanile, anche attraverso reti di istituti ed agenzie culturali transnazionali ed associazioni di operatori.

Testo del bando

Progetti ammissibili

Possono essere presentati e finanziati a valere sul presente avviso i progetti, da realizzarsi sul territorio emiliano-romagnolo nel triennio 2024-2026, che perseguono almeno uno degli obiettivi descritti al paragrafo 1, e che sviluppano almeno una delle seguenti azioni ritenute prioritarie:

  1. azioni di valorizzazione, qualificazione e consolidamento della rete di sale cinematografiche della regione, promosse dalle associazioni di coordinamento delle realtà di settore; saranno considerate prioritarie, oltre alla qualità della programmazione, azioni per il riequilibro dell’offerta territoriale ed azioni innovative di audience development;
  2. azioni di promozione e diffusione delle opere audiovisive regionali, ovvero produzioni sostenute con il Fondo audiovisivo regionale, considerando prioritari opere prime, documentari e cortometraggi di autori e/o produttori regionali ovvero di opere girate sul territorio;
  3. azioni di valorizzazione del documentario, promozione mediante archivi digitali delle produzioni e degli autori e consolidamento del progetto DOC IN TOUR;
  4. azioni di valorizzazione del patrimonio audiovisivo, con sostegno prioritario agli archivi di famiglia. Verranno considerate prioritarie le azioni di ampliamento della conservazione e della catalogazione finalizzate alla valorizzazione della memoria delle comunità e dei territori;
  5. azioni mirate al rafforzamento della filiera dell’audiovisivo con sostegno prioritario alla promozione di attività di rafforzamento delle competenze creative e professionali degli operatori e di aumento delle opportunità produttive delle imprese; si darà inoltre priorità ad azioni mirate al miglioramento del rapporto tra la produzione dell’opera ed il mercato, creando occasioni professionali di relazione con il sistema della distribuzione e dell’esercizio cinematografico;
  6. azioni di carattere internazionale mirate al sostegno della creatività autoriale giovanile, realizzate sul territorio regionale; sarà data priorità ad azioni in grado di attivare relazioni internazionali con agenzie ed istituti culturali, soggetti istituzionali e partner privati che favoriscano meeting formativi di giovani autori/trici ed operatori/trici, anche attraverso l’organizzazione di incontri con “maestri del cinema” o di attività di valorizzazione della vocazione cinematografica dell’Emilia-Romagna.

 

Soggetti che possono presentare domanda

Possono presentare progetti e, conseguentemente, essere beneficiari del contributo regionale, soggetti pubblici o privati che operano nel settore cinematografico e audiovisivo, costituiti in qualsiasi forma giuridica, con esclusione delle persone fisiche, che siano, al momento della presentazione del progetto, in possesso dei seguenti requisiti di ammissibilità:

-avere sede legale o unità operativa sul territorio regionale;
-possedere, alla data di scadenza del bando, una esperienza di almeno 3 anni, con attività regolare e continuativa nell’ambito di intervento per il quale viene proposto il progetto;
-svolgere attività di rilievo almeno regionale, ossia con ricadute dirette o indirette su almeno 3 province dell’Emilia-Romagna;
-nel caso di imprese, di non trovarsi in stato di liquidazione giudiziale, concordato preventivo (ad eccezione del concordato preventivo con continuità aziendale in forma diretta o indiretta, per il quale sia già stato adottato il decreto di omologazione previsto dall’art. 112 e ss. del Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza), ed ogni altra procedura concorsuale prevista dal d.lgs. 14/2019, così come modificato ai sensi del d.lgs. 83/2022, né avere in corso un procedimento per la dichiarazione di una di tali situazioni nei propri confronti;

Intensità del contributo

L’agevolazione prevista nel presente avviso consiste in un contributo nella misura massima del 70% dei costi ammissibili e potrà risultare anche inferiore a quanto richiesto.

Il metodo di calcolo del presente avviso sarà quello del “funding gap”, in base al quale l’importo dell’aiuto non dovrà superare quanto necessario per coprire il deficit tra ricavi e costi di progetto (relativi alle sole voci di spesa ammissibili indicate al paragrafo 5).

Dotazione finanziaria

Le risorse finanziarie disponibili per l’attuazione del presente intervento trovano copertura sui pertinenti capitoli di bilancio relativi alla L.R. n. 20/2014, nel limite massimo di € 600.000.

Modalità di presentazione delle domande

La domanda di contributo, pena la non ammissibilità, dovrà necessariamente essere inviata per via telematica dall’indirizzo di Posta Elettronica Certificata del soggetto richiedente al seguente indirizzo PEC: servcult@postacert.regione.emilia-romagna.it.
L’invio delle domande, per tutte le tipologie di progetto, dovrà essere effettuato entro le ore 16.00 del 28 giugno 2024.

Documentazione di candidatura
La domanda di contributo (allegato a) in regola con l’imposta di bollo come descritto al paragrafo 6.1, dovrà essere trasmessa a mezzo PEC riportando nell’oggetto Domanda progetti triennali 2024-26, corredata degli allegati seguenti:

  • proposta progettuale per il triennio 24-26 (allegato b) 
  • piano finanziario preventivo a copertura dei costi di progetto (allegato c)
  • preventivo dei costi di progetto (allegato d)
  • modulo per l’attestazione di pagamento dell’imposta di bollo (allegato e);
  • copia del documento di identità in corso di validità del legale rappresentante (nel caso in cui non venga utilizzata la firma digitale);
  • elenco dettagliato degli associati aderenti al progetto (per le associazioni di categoria);
  • atto costitutivo e statuto del soggetto richiedente, solo per enti del terzo settore, associazioni, fondazioni. In caso di società farà fede la visura camerale

Solo qualora il soggetto non sia stato finanziato dalla Regione Emilia-Romagna a valere su precedenti inviti è necessario allegare la relazione consuntiva ed il bilancio economico-finanziario dell’attività svolta negli anni 2022-2023, in relazione alla stessa tipologia di attività per cui viene presentata domanda di contributo;

La domanda di contributo e i documenti sopra elencati sono indispensabili ai fini dell’ammissibilità della domanda di contributo alla fase istruttoria, pertanto, in mancanza degli stessi, la domanda sarà considerata non ammissibile. L’utilizzo di modulistica non conforme a quella predisposta dalla Regione comporta l’inammissibilità della domanda stessa.

 

Per eventuali informazioni sul presente avviso è consigliato inviare una mail a: filmcom@regione.emilia-romagna.it.

Scrivere in una rivista di cinema. Il tuo momento é adesso!
Candidati per provare a entrare nel nostro Global Team scrivendo a direzione@taxidrivers.it Oggetto: Candidatura Taxi drivers