fbpx
Connect with us

Latest News

Neve,il film indipendente che sorprende e supera Paolo Virzì

Neve, film indipendente, scritto, diretto e interpretato da Simone Riccioni sbanca al botteghino superando anche "Un altro ferragosto" di Paolo Virzì.

Pubblicato

il

Come riportato da Cinecittà news, in concomitanza con l’uscita di Un altro ferragosto di Paolo Virzì, ad occupare i riflettori della scena si trova un film indipendente, girato, scritto e interpretato da Simone Riccioni. Neve, così il titolo, si trova al secondo posto al botteghino solo dietro al colossal Dune e supera il sequel del tanto atteso regista toscano.

Un risultato notevole , con il film di Paolo Virzì fermo ai piedi del podio (al terzo posto c’è il solito La zona d’interesse) con 49mila euro incassati e i vari Drive-Away Dolls di Ethan CoenMemory di Michel Franco, addirittura fuori dalla top ten.

Probabile che il weekend stravolga le carte in tavola, ma per il momento Riccioni si può godere la sorprendente vista dall’alto della classifica italiana.

Neve, sorpresa al botteghino

A volte il botteghino sa regalare delle sorprese inattese. Capita, ad esempio, che nel giorno del debutto di un film sequel di un cult del nostro cinema, diretto da uno dei registi più influenti, impreziosito da grandi nomi come in Un altro ferragosto, sia un piccolo film indipendente realizzato da un giovane autore a occupare i primi posti al botteghino.

Il film ha protagonista una bambina di dieci anni che da il titolo al film, Neve, interpretata dalla bravissima Azzurra Lo Pipero. Piccola, schiva, timida, ostile all’ambiente scolastico perché vessata dalle compagne che, puntualmente, la prendono in giro. Neve non parla, ma ama l’arte. Soprattutto, ama il teatro. Così, sua mamma Marta (Margherita Tiesi) decide di iscriverla ad un workshop teatrale, tenuto da Leonardo Morino (Simone Riccioni), un aspirante attore di provincia che, come può, prova a sbarcare il lunario. Tra Neve e Leonardo, inaspettatamente e non senza difficoltà comunicative, nascerà un rapporto profondo e indissolubile.

Fotogramma di Neve

Un film, un territorio

È un film poetico, è un film che parla di rapporti, di amore, di rinascita. La nostra protagonista è Azzurra Lo Pipero ed io interpreto un attore “sfasciato”, nel senso che non sono un attore che riesce a vivere del suo mestiere ma che deve anche vivere di espedienti

Così, Simone Riccioni racconta la sua creazione alla Film Marche Commission. Un film mosso dalla passione più che dal budget. Il premio per questa scelta arriva direttamente dalle sale. Superare, al primo giorno di uscita, un film importante, ma soprattutto atteso, come quello di Virzì, regala, momentaneamente una grande soddisfazione al giovane regista.

Oggi siamo qui per “Neve”, un film che si presta a essere visto del grande pubblico perché tratta temi delicati e importanti come il bullismo. Sicuramente gli studenti e le loro famiglie saranno un pubblico attento a questa produzione marchigiana che mostrerà la bellezza delle nostre Marche

Parole del Presidente di Fondazione Marche Cultura, Andrea Agostini che sottolinea oltre la delicatezza del film anche la bellezza del territorio in cui la pellicola è interamente girata, le Marche. 

Scrivere in una rivista di cinema. Il tuo momento é adesso!
Candidati per provare a entrare nel nostro Global Team scrivendo a direzione@taxidrivers.it Oggetto: Candidatura Taxi drivers