fbpx
Connect with us

FESTIVAL DI ROMA

‘Dream Scenario’ – Nicolas Cage è il (piccolo) sogno di tutti

Il nuovo film della nota A24 con protagonista Nicolas Cage.

Pubblicato

il

Dream Scenario è il nuovo film del regista norvegese Kristoffer Borgli, conosciuto per Sick of Myself  presentato al Festival di Cannes nella sezione Un Certain Regard.

Il film vede Nicolas Cage come protagonista ed è distribuito da I Wonder Pictures, dal 16 novembre 2023 nelle sale italiane.

Dream Scenario : la trama

Dream Scenario, prodotto dal visionario regista Ari Aster, parla di un biologo e professore universitario che arriva alla ribalta dopo aver iniziato, inspiegabilmente, ad apparire nei sogni delle persone. Ma le cose peggiorano quando, nei sogni, compare in veste di serial killer.

Kristoffer Borgli già in Sick of Myself  trattava in maniera originale e drammaturgica l’ossessione di dover essere famosi. In Dream Scenario si ricollega alla necessità di questa ricerca. Il regista tenta di comprendere al meglio cosa significa essere famosi, cosa comporta e cosa c’è dietro il motivo della fama mediatica.

Freddy Krueger si veste da biologo e docente universitario

Sick of Myself e Dream Scenario sono film simili. E, purtroppo, quest’ultimo non arriva a trattare il tema della fama in maniera originale e di forte impatto come il primo. Appare, anzi, sbrigativo e senza una narrazione precisa.

Le domande sono tante, ma non si arriva mai ad una risposta.

L’unica, a cui si è condotti, è che probabilmente si parla di un film legato al cinema dell’assurdo. La sua struttura narrativa appare però ripetitiva.

Il tema che viene preso in considerazione è quello della cancel culture, ma non viene del tutto introdotto dal punto di vista drammaturgico.

L’idea è originale, ma il modo di raccontarla è debole. Si può prendere in considerazione film come Essere John Malkovich o Il ladro di orchidee.

Entrambi i casi trattano temi importanti e, oltre ad uno stile “assurdo, è presente un modo di narrare che cattura lo spettatore, raccontando in ogni scena qualcosa di diverso.

Dream Scenario strizza l’occhio al film d’autore

Riconoscimento va dato all’ottima fotografia e alla recitazione scalpitante di Nicolas Cage. Non appare mai ridicolo, ma anzi divertente e originale nei panni di un uomo anonimo agli occhi di molti. La sceneggiatura, però, non gli dà la possibilità di esprimersi al meglio.

Il suo è un ruolo molto simile a quello de Il ladro di orchidee, in cui con la bella sceneggiatura di Charlie Kaufman è riuscito ad esprimersi al meglio e ad ottenere una candidatura agli Oscar come migliore attore protagonista.

Dream Scenario sembra a tratti citare il folle ma riuscito film Everything Everywhere, All at Once.

In certi momenti, la sensazione è che gli effetti speciali non siano stati curati adeguatamente. Tuttavia, la fotografia e le inquadrature ben realizzate danno l’impressione che il film sia stato accuratamente confezionato per rappresentare un film d’autore.

dream scenario

Se ci si focalizzasse solo sulla sceneggiatura e sui dialoghi, il film sembrerebbe una piccola rom-com dallo stile lievemente demenziale con Adam Sandler protagonista che ha problemi con la moglie Jennifer Aniston. Questo è evidente nella scena in cui Nicolas Cage emette peti a causa del nervosismo.

Dream Scenario dimostra che facilmente ci si può avvicinare al genere del film d’autore. Basta essere bravi nel fare inquadrature particolari alla Godard (che naturalmente è una leggenda del cinema), introdurre un po’ di grana alle immagini durante la post-produzione e avere a che fare con un ottimo direttore della fotografia.

Il problema del film è che si perde.

A24, cosa ti sta succedendo?

A24 è una società che ha cominciato a distribuire importantissimi film d’autore durante gli anni 2000 per poi iniziare a produrli.

La loro etichetta è ben conosciuta nel mondo del cinema perché è sinonimo di qualità, ribellione e storie non conformiste o mainstream.

Ultimamente ha distribuito il film Talk to me che appare decisamente non originale e pieno di citazioni di altri film horror, mancando di coraggio nell’esprimere un proprio stile e nel trattare il genere horror.

Dal punto di vista commerciale è andato molto bene ed è proprio qui il punto.

Ultimamente si sta discutendo di come la A24 (che oggi vale 2,4 miliardi di dollari) voglia principalmente distribuire e produrre film che si avvicinino alla struttura commerciale probabilmente per evitare di essere venduta.

È normale che dietro a tutto ciò possa esserci un’assenza di naturalezza nel raccontare storie e un dover, probabilmente, cambiare la sceneggiatura in fase di lavorazione per renderla più appetibile. E in alcuni casi più superficiale.

Dream Scenario e le occasioni sprecate 

Dream Scenario ha pochissime possibilità di entrare nelle principali categorie degli Oscar. Non solo perché è un film che strizza l’occhio al genere d’autore, ma non riesce nemmeno sul finale a trasmettere qualche emozione.

È quasi come se volesse farlo obbligatoriamente, ma senza inserire un elemento che ci possa portare all’idea che il film sia finito. Ma anzi sembra che sia stato lasciato lì proprio perché non si sapeva come portarlo a termine.

Il film del regista norvegese appare qualcosa di fin troppo diverso da quello che molto probabilmente è in grado di fare. Non è un regista qualunque e da un talento come il suo ci si aspetta qualcosa di più forte e ben fatto.

dream scenario

Da un punto di vista drammaturgico, è un’occasione sprecata. Si poteva arrivare a raccontare qualcosa di più profondo, citando Beckett o Kaufman, dove il surrealismo e il cinema dell’assurdo diventano specchi cupi e forti del mondo reale.

In questo caso la sceneggiatura non regge e ricorre a una frase d’effetto nella scena finale con l’intento di far uscire il pubblico dalla sala soddisfatto.

Ciao! Sono Luca e cliccando qui puoi trovare tutti i miei articoli

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.

Dream Scenario

  • Anno: 2023
  • Durata: 100'
  • Distribuzione: I Wonder Pictures
  • Genere: Drammatico, Commedia
  • Nazionalita: America
  • Regia: Kristoffer Borgli
  • Data di uscita: 16-November-2023