fbpx
Connect with us

DIRETTE EVENTI & FESTIVALS

Festival del Cinema di Roma: Halloween, la maschera di Michael Myers torna a perseguitare Laurie Strode

Presentato in anteprima alla Festa del Cinema di Roma, Halloween è il seguito del cult diretto nel 1978 da John Carpenter, che insieme al regista David Gordon Green è tornato a raccontare la vita di Laurie 40 anni dopo gli avvenimenti che segnarono quella spaventosa notte delle streghe

Pubblicato

il

All’inizio di Halloween, un ragazzo, compagno di scuola della nipote di Laurie Strode, commenta con ironia gli avvenimenti che 40 anni prima segnarono la comparsa di Michael Myers. Da allora è successo di peggio. Può un serial killer armato di coltello essere considerato pericoloso quanto un attentato terroristico di cui oggi siamo drammaticamente testimoni? La violenza di allora ha oggi lo stesso significato? La risposta più semplice è quella che Laurie ha portato sulle sue spalle per 40 anni.

Halloween di David Gordon Green è un sequel diretto dell’omonimo film di John Carpenter del 1978 (che qui compare nella doppia veste di produttore esecutivo e consulente creativo). Il nuovo capitolo si slega completamente dagli eventi dei film successivi dedicati alla saga dell’orrore, ignorando completamente quanto avvenuto in precedenza. Ancora profondamente traumatizzata da Michael Myers, la giovane babysitter non ha mai smesso di prepararsi meticolosamente al ritorno del serial killer, diventando esperta nell’uso delle armi e del combattimento corpo a corpo. L’ossessione che da allora l’ha perseguitata ha portato Laurie a isolarsi nella sua casa-bunker. La figlia, a cui ha imposto durante tutta l’infanzia paranoici rituali di preparazione e difesa personale, ora vive insieme al marito e alla sua bambina, ignara di quanto stia per accadere. La notte prima di Halloween, quando il trasferimento di Myers fallisce e il serial killer torna a piede libero, i presentimenti coltivati da Laurie per tutta la vita si rilevano drammaticamente giustificati.

L’operazione realizzata da Carpenter, co-sceneggiata insieme al regista e co-prodotta con Jason Blum, stupisce soprattutto per la sensazione di familiarità che trasmette fin dalla prima scena. I film successivi (ben sei, se contiamo anche il terzo lungometraggio, che non è legato alle vicende del serial killer) insegnano che non basta la maschera di Michael Myers per fare un film di Halloween, al contrario: solo con le primi immagini per lo spettatore sembra essere tornato alla fine degli ’70 e le terribili ma riconoscibili note che compongono la classica colonna sonora (curata da Carpenter stesso) tornano improvvisamente a stupire e terrorizzare. Complice anche la prova attoriale di Jamie Lee Curtis, che dopo una parentesi così lunga non sembra aver mai smesso di vestire i panni di Laurie. Con l’età il suo personaggio ha acquisito una notevole saggezza, ma gli eventi hanno reso l’ingenua ragazza della porta accanto una cinica e scontrosa donna che non ha mai smesso di pensare alla protezione della sua famiglia. Insieme alla figlia Karen (Judy Greer) e Vicky (Virginia Gardner), le tre donne si alleano contro l’inarrestabile forza del male.

La malvagità maschile è ancora il perno su cui ruota la saga di Halloween: l’uomo (come nel film precedente) riveste una figura mediocre, incapace di fronte alla malvagità da lui stesso causata, ma il lungometraggio che il 25 ottobre esordirà nelle sale italiane mette in risalto un tema altrettanto significativo: l’abitudine alla violenza. I giornalisti, che nella prima scena cercano una spiegazione o una giustificazione alla sentenza di morte per Michael Myers, sembrano non essere impressionati dagli avvenimenti che il serial killer ha causato: come per il ragazzo all’inizio del film, la violenza oggi si manifesta in forme diverse, peggiori di quelle scatenate con una lama di coltello, ma per Laurie e la sua famiglia non è così, e quella notte di Halloween non ha mai smesso di perseguitarli.

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.

  • Anno: 2018
  • Durata: 109'
  • Distribuzione: Universal Pictures
  • Genere: Horror
  • Nazionalita: USA
  • Regia: David Gordon Green
  • Data di uscita: 25-October-2018