La prima “Notte del Documentario Mediterraneo” (2 Luglio 2014)

Babel Med

L’associazione Babelmed, in partenariato con il CMCA (Centre Mediterranéen de la Communication Audiovisuelle di Marsiglia), Il Caffè dei Giornalisti (Torino) e l’ACM, circolo di Roma (Assemblea dei Cittadini del Mediterraneo), presenta la prima edizione della Notte del Documentario Mediterraneo.

Mercoledì 2 luglio 2014 presso Barcone della Società Romana Nuoto 1889 di Roma (Lungotevere in Augusta, sotto l’Ara Pacis)

Programma:

19-30-20.00
Accrediti e registrazione

20.00-20.30
Presentazione Babelmed, CMCA, Il Caffé dei Giornalisti e ACM

20.30-21.30
Apericena

21.30-22.00
“Bulaq” di Davide MORANDINI e Fabio LUCCHINI, 26’, 2011. Selezione finale, Premio CMCA 2013. Categoria Corto. V.O. sottotitolato in italiano.
Saranno presenti i registi.
Bulaq è un quartiere al centro storico del Cairo. Da una trentina d’anni i suoi abitanti lottano contro il governo egiziano che vuole raderlo al suolo per costruire delle infrastrutture turistiche. La rivoluzione del 25 gennaio ha dato loro nuove speranze… ma la situazione rimane incerta.

22.00-22.55
“In utero Srebrenica” di Giuseppe CARRERI, 54’, 2012. Selezione finale, Premio CMCA 2013 Categoria Memoria. V.O. sottotitolato in italiano.
Sarà presente il regista.
In piena notte, in una foresta, Munira scava a mani nude il terreno minato per ritrovare le ossa del figlio ucciso durante il genocidio di Srebrenica. Con lei, molte altri madri continuano la loro lotta per la giustizia in Bosnia-Erzegovina, un paese che ancora oggi non ha trovato la pace.

23.00-23.30
Intervallo (vino/caffé) e presentazione dei prossimi eventi in programma.

23.30-00.20
“A house for Bernarda Alba” di Lidia PERALTA GARCIA, 52’, 2011 Selezione finale, Premio CMCA 2013 Categoria Arte, Patrimonio e Cultura. V.O. sottotitolato in inglese.
Otto donne gitane di El Vacie, una baraccopoli di Siviglia, sono diventate famosissime in Spagna dopo aver recitato in “La Casa di Bernarda Alba” di Federico García Lorca. Le loro vite sono veramente cambiate? Qual è stato il percorso che le ha portate dall’emarginazione alla popolarità?

00.30-00.50
“Mon vélo de rêve” di Serda YALIN, 15’, 2009, Selezione finale, Premio CMCA 2011, Categoria corto. V.O. sottotitolato in inglese.
Abdullah ha 11 anni e vive con i genitori e undici fratelli e sorelle ad Hasankeyf, una città storica molto turistica nell’Est della Turchia. Vorrebbe avere una bicicletta tutta sua ma sa che i suoi non possono permettersela. Per realizzare il suo sogno decide allora di provare a comprarla da solo diventando guida turistica.

INGRESSO LIBERO

Tesseramento Babelmed 10€
I posti sono limitati, è gradita la prenotazione.

Per informazioni e prenotazioni:

Ufficio stampa
Federica Araco, fe.araco@gmail.com 338 1846831
Mattia Ciampicacigli, m.ciampicacigli@gmail.com 335 302686

info@babelmed.net

Utlima modifica: 27 Giugno, 2014



Condividi