Stanotte su Rai 3 (Fuori Orario) Il club di Pablo Larrain, con Alfredo Castro

Il club è un film disturbante, che mette alla berlina, ponendovisi di fronte, il declino di una realtà non emendabile. Pablo Larraín, nonostante l’età (1976), è divenuto uno dei cineasti più influenti della sua generazione, capace di restituire al pubblico quanto non può essere destinato impunemente alle fornaci dell’oblio

14 Settembre 2019

Il club di Pablo Larrain

Il tema religioso impregna Il Club di Pablo Larrain, ma è anche un j’accuse contro un clero che si è fatto complice di una dittatura crudele con cui non vuole fare i conti. E se la Lussuria e l’Ira sono i peccati più frequentati da questo gruppo di personaggi, il film è un’opera sulla Superbia, il peccato più grave per la chiesa, superbia per la propria intoccabilità, superbia per la mancanza di verità, come atto di volontaria giustificazione di un passato con cui i conti non si fanno perché quello che è successo, è tutto sommato giusto

29 Agosto 2016

Il club di Pablo Larraín in dvd

Pablo Larraín riesce, come pochissimi altri cineasti contemporanei, a scavare nell’animo umano, andando a scandagliare le zone più oscure e facendo emergere ciò che normalmente viene celato allo sguardo, ma, soprattutto, sa innescare un decisivo processo di universalizzazione, laddove l’esperienza soggettiva diviene, nel suo cinema, paradigma di una relazionalità in cui i diversi attori si fanno portavoce di istanze sociali più ampie, rappresentando un panorama antropologico che rispecchia in pieno la situazione comunitaria

26 Luglio 2016

Il Club

Pablo Larraín, a soli 39 anni, sfodera la quinta di una serie di straordinarie opere, una più bella dell’altra, realizzando probabilmente quello che è il suo lavoro migliore, certamente uno dei più coraggiosi e spregiudicati

26 Febbraio 2016
^ Back to Top