36 Torino Film Festival: Mandy di Panos Cosmatos, un viaggio psichedelico tra sangue e vendetta

Mandy di Panos Cosmatos è una delle scoperte presenti nella sezione After Hours viste al 36 Torino Film Festival. La pellicola è un patchwork citazionistico, un collage di un immaginario filmico e popolare degli ultimi trent’anni, in cui Nicolas Cage si cala letteralmente con la sua fissità interpretativa che riesce a valorizzarsi all’interno della fluidità dell’immagine. Il film risulta senza spazi vuoti, dove la lentezza delle sequenze dilata i tempi della visione e l’irrealtà delle immagini rende reale il viaggio filmico dello spettatore

The Void – Il vuoto di Jeremy Gillespie e Steven Kostanski, un horror che richiama il mondo alieno di H. P. Lovecraft

Jeremy Gillespie e Steven Kostanski riescono a mettere in scena un film horror con tutti gli stilemi del genere, omaggiando maestri e opere del recente passato. The Void, però, nel complesso risulta un’opera molto derivativa di un cinema degli anni Settanta e Ottanta, senza una riscrittura originale, che si accontenta di cucire insieme visioni appartenenti a un immaginario già visto

^ Back to Top