Se son rose, la nuova commedia di Leonardo Pieraccioni con la variante del rapporto padre-figlia

Se son rose è il nuovo film di Leonardo Pieraccioni, qui in qualità di regista, attore e anche collaboratore al soggetto nonché alla sceneggiatura. Prima di arrivare al girato c’è il processo creativo di un’artista che dall’ideazione giunge all’interpretazione: Pieraccioni racconta, durante la conferenza stampa di presentazione del film qualche giorno fa a Roma, di considerarlo

Il sindaco – Italian Politics 4 Dummies, il documentario di denuncia di Davide Parenti e Claudio Canepari

Italian Politics, il film di Davide Parenti e Claudio Canepari, è un documentario realizzato per denunciare le malefatte della politica. Ma, a conti fatti, risulta piuttosto innocuo e, anzi, finisce per rappresentare i suoi interlocutori, che vorrebbe mettere alla gogna, in maniera addirittura più simpatica di come il pubblico è abituato a vederli nel loro naturale contesto

Le ninfee di Monet. Un incantesimo di acqua e di luce, il documentario sul padre dell’Impressionismo

Le ninfee di Monet. Un incantesimo di acqua e di luce, il documentario artistico e biografico firmato da Giovanni Troilo e distribuito da Nexo Digital, sarà nelle sale soltanto il 26-27-28 Novembre. Più che un biopic, la pellicola si configura subito come un’opera indagatrice e filosofica che cerca di ricostruire la carriera ambivalente di un artista diverso da ogni altro

Animali fantastici 2 – I crimini di Grindelwald: Johnny Depp, Jude Law e Eddie Redmayne insieme per il nuovo, riuscito capitolo

Dalle scenografie alle musiche, dagli effetti speciali alle performance degli attori, dal ritmo narrativo alle sequenze poliedriche, tutte le componenti filmiche della pellicola, insomma, contribuiscono a renderla un’esplosione di misteri, ricordi e inganni che accrescono le emozioni degli spettatori, le alimentano e le tengono, funambolicamente, sul filo del rasoio, in attesa del prossimo, entusiasmante, capitolo

Come avere 93 anni e non sentirli: Andrea Camilleri, da scrittore ad attore, con gli occhi di Tiresia

«Ho trascorso questa mia vita ad inventarmi storie e personaggi. L’invenzione più felice è stata quella di un commissario conosciuto ormai nel mondo intero. Da quando Zeus, o chi ne fa le veci, ha deciso di togliermi di nuovo la vista, questa volta a novant’anni, ho sentito l’urgenza di riuscire a capire cosa sia l’eternità e solo venendo qui posso intuirla, solo su queste pietre eterne».

Euforia: Valeria Golino torna alla regia con un’opera intima e intensa

Presentato nella sezione Un Certain Regard allo scorso Festival di Cannes, Euforia di Valeria Golino getta magistralmente luce su uno stralcio importante della nostra società, attraverso la storia di due fratelli agli antipodi. Un’opera potente, che rilascia emozioni intense, capaci di agire anche molto dopo il termine della visione

In viaggio con Adele di Alessandro Capitani, una commedia on the road che tratta di diversità, solitudini e cambiamenti

In viaggio con Adele di Alessandro Capitani, il film che fa da pre-apertura alla Festa del Cinema di Roma, racconta un percorso che, attraversando la Puglia, attraversa la vita dei due protagonisti, e la modifica, la trasforma. Alessandro Haber e Sara Serraiocco interpretano un padre e una figlia, rendendo benissimo il passaggio dall’indifferenza alla vicinanza

Fuoricampo del Collettivo Melkanaa: immigrazione e sport nel nostro paese

Fuoricampo è un progetto corale dell’Università di Roma Tre. Il collettivo Melkanaa dirige e segue le storie dei protagonisti nella loro quotidianità. La coralità in cui nasce Fuoricampo dimostra così la volontà dei partecipanti di parlare, con una modalità inedita, di un tema attuale e delicato come quello dell’immigrazione in Italia

I film che cambiano la storia: La morte legale, il documentario di Silvia Giulietti e Giotto Barbieri su Sacco e Vanzetti di Montaldo

Partendo dagli aspetti cinematografici del celebre Sacco e Vanzetti di Giuliano Montaldo, La morte legale di Silvia Giulietti e Giotto Barbieri si allarga a un discorso più ampio, nella rilettura di un’epoca i cui risvolti politici e sociali, innestati su questioni ancora aperte, quali l’immigrazione, il razzismo, la pena di morte, anticipano il presente

La strada dei Samouni di Stefano Savona, un film nel quale è impossibile non riconoscersi

Esempio di quel documentario creativo capace di promuove alcuni dei talenti più cristallini del nostro panorama, La strada dei Samouni di Stefano Savona è uno dei rari casi in cui la sintesi tra forma e sostanza funziona come moltiplicatore di senso rispetto alle soluzioni visive adottate dal regista. Premiato allo scorso festival di Cannes, il documentario è in lizza per entrare nella cinquina dei migliori titoli della sua categoria. Imperdibile

^ Back to Top