The Void – Il vuoto di Jeremy Gillespie e Steven Kostanski, un horror che richiama il mondo alieno di H. P. Lovecraft

Jeremy Gillespie e Steven Kostanski riescono a mettere in scena un film horror con tutti gli stilemi del genere, omaggiando maestri e opere del recente passato. The Void, però, nel complesso risulta un’opera molto derivativa di un cinema degli anni Settanta e Ottanta, senza una riscrittura originale, che si accontenta di cucire insieme visioni appartenenti a un immaginario già visto

2 dicembre 2017

Gli orrori psicologici di The blind king e Agoraphobia

Segnali dall’universo digitale. Rubrica a cura di Francesco Lomuscio

1 ottobre 2017

Un gatto nel cervello di Lucio Fulci rivive in dvd

“Hitchcock ha inventato il brivido, Fulci lo ha perfezionato”: chi, nell’estate del 1990, lesse i quotidiani apprendendo dell’uscita cinematografica di Un gatto nel cervello, ovvero l’ultimo lavoro del compianto maestro dello splatter tricolore Lucio Fulci che riuscì ad avere regolare distribuzione in sala, non può certo aver dimenticato questa frase di lancio di notevole effetto, atta ad invogliare nella visione di un’operazione decisamente atipica

30 aprile 2016

Koch riscopre la saga Hellraiser in blu-ray

Segnali dall’universo digitale. Rubrica a cura di Francesco Lomuscio

13 gennaio 2013

Silent Hill: Revelation 3D

Quasi diciottenne, Heather Mason affronta il primo giorno di scuola nell’ennesima città, ben sapendo che presto dovrà andarsene di nuovo. Da anni in fuga col padre Harry, la ragazza altri non è che Sharon, la bambina sonnambula del primo Silent Hill; nonostante la nuova identità, il legame con quel mondo da incubo, che continua a reclamarla a sé, persiste attraverso incubi insolitamente realistici.

29 ottobre 2012

The Possession

In visita dal padre per un weekend, Em è attratta da una vecchia scatola di legno con delle strane iscrizioni trovata in un mercatino del quartiere. Dopo averla portata a casa, la piccola diventa sempre più ossessionata da questo oggetto, e non vuole più separarsene. I genitori cominciano a pensare che la piccola stia impazzendo, fino a quando i segni di una possessione diabolica si faranno inequivocabili.

26 ottobre 2012

36 Torino Film Festival: Mandy di Panos Cosmatos, un viaggio psichedelico tra sangue e vendetta

Mandy di Panos Cosmatos è una delle scoperte presenti nella sezione After Hours viste al 36 Torino Film Festival. La pellicola è un patchwork citazionistico, un collage di un immaginario filmico e popolare degli ultimi trent’anni, in cui Nicolas Cage si cala letteralmente con la sua fissità interpretativa che riesce a valorizzarsi all’interno della fluidità dell’immagine. Il film risulta senza spazi vuoti, dove la lentezza delle sequenze dilata i tempi della visione e l’irrealtà delle immagini rende reale il viaggio filmico dello spettatore

28 novembre 2018
^ Back to Top