fbpx
Connect with us

NEWS

Rifrazioni 2010 presenta: ‘Songs Canzoni – Landscape Paesaggi’ progetto e selezione musicisti a cura di Aidoru

Vogliamo tentare una verifica di questo dualismo e vedere quanto un luogo può condizionare la musica. Vogliamo provare a eseguire le nostre canzoni-paesaggi in due luoghi completamente diversi per capire se davvero può prevalere un aspetto sull’altro e anche per avere, finalmente, l’occasione di poter equiparare le due forze che caratterizzano questo lavoro così complesso.

Pubblicato

il

Aidoru

Vogliamo tentare una verifica di questo dualismo e vedere quanto un luogo può condizionare la musica. Vogliamo provare a eseguire le nostre canzoni-paesaggi in due luoghi completamente diversi per capire se davvero può prevalere un aspetto sull’altro e anche per avere, finalmente, l’occasione di poter equiparare le due forze che caratterizzano questo lavoro così complesso. Un luogo canonico, dunque, un “luogo adatto” al centro della città, un luogo predisposto a ospitare un concerto e dall’altra parte un luogo immerso nella natura, un luogo che si presta a questo esperimento formale con tutta la sua potenza e la sua pregnanza, un “luogo paesaggio”, un luogo dove possa essere normale pensare tutto il contrario, pensare che l’aspetto della musica più urbano, umano possa essere inappropriato. Un luogo che ci spinga a privilegiare ciò che viene relegato purtroppo solo all’ascolto puro della musica, nell’intimo della propria casa a occhi chiusi, perché forse non esiste la possibilità di ascoltare musica in un luogo silenzioso, buio e immerso nella contemplazione della natura. Un doppio concerto quindi, per sottolineare il fatto che un concerto non solo si ascolta ma si vive in immersione totale. In particolare per il secondo concerto.

In particolare per il secondo concerto Landscapes Paesaggi“, parte installativa del progetto, di ambientazione e di improvvisazione, invita a unirsi a noi 5 musicisti esterni, questo per tentare di dar forma ad un concerto che fa sue le coordinate base della natura: l’ʼincerto, il mutare, il mischiarsi nella forma e nell’ʼessenza con tutto lʼ’intorno, il contaminarsi.

Per chi fosse interessato a partecipare può inviare, entro e non oltre il 19 luglio, via mail a organizzazione@aidoruassociazione.com:
1. CV redatto anche in maniera informale, in cui venga evidenziato il livello di preparazione tecnico/musicale e lo strumento che utilizza
2. riferimenti a siti internet dove ascoltare e/o vedere materiale dei propri progetti.

calendario prove e performaces
27, 28, 29 luglio 2010 prove per “Landscapes Paesaggi
30 luglio 2010 concerto “Songs Canzoni”
31 luglio 2010 prove generali “Landscapes Paesaggi
1 agosto 2010 performance Landscapes Paesaggi

nota bio:
Aidoru. Così in Giappone si pronuncia la parola inglese “idol”, idolo, ed è nella terra del Sol Levante il modo di chiamare le star che, giunte giovanissime allʼapice del successo, sono poi dimenticate subito dopo. Nati nei primi anni Novanta a Cesena con il nome di Konfettura, gli Aidoru sono Dario Giovannini, Diego Sapignoli, Michele Bertoni e Mirko Abbondanza. Inizialmente band di influenza punk-rock, nel tempo il gruppo ha sviluppato uno stile proprio nel quale approdano echi di generi molto diversi tra loro, dal post-rock al jazz, dalla classica al pop. Nel 1998 esce il primo disco delle band: un minialbum in vinile, il 7 pollici prodotto dalla Freak out!Records al quale segue il demotape autoprodotto, S – She dressed blue. Nel tempo l’ambito di ricerca degli Aidoru si allarga portando il gruppo a confrontarsi con diverse forme artistiche, dal teatro alla performance, dalla poesia alla video-arte. Questa apertura li porta a fondare nel 2001 Aidoru Associazione, realtà che si occupa di produzioni musicali, di teatro e di organizzazione di eventi. Il 2001 segna una svolta per la vita della band: esce lʼalbum …cinque piccoli pezzi per gruppo con titolo… che cattura lʼattenzione del pubblico e della critica. Nello stesso anno comincia la prolifica collaborazione con il Teatro Valdoca che continua a tuttʼoggi: è questo un incontro che caratterizza fortemente il percorso della band che compone ed esegue in scena le musiche per molti spettacoli della compagnia cesenate. Frutto di questo rapporto, nel 2004 nasce il nuovo lavoro …13 piccoli singoli radiofonici… salutato dalla critica con estremo entusiasmo. Il 2007 vede nuove importanti collaborazioni per gli Aidoru, invitati alle registrazioni del primo album solista di John de Leo e in qualità di arrangiatori e musicisti alla registrazione dellʼalbum di Barbara Munoz, una produzione di Loris Ceroni (Sony Mexico). Nello stesso anno il gruppo realizza il nuovo album Nove buone nuove, pubblicato esclusivamente on line. Negli anni la band è invitata ad esibirsi in rock club e palchi di tutta Italia ma anche in teatri e in contesti performativi trasversali. Nello 2009 il gruppo s’impegna nella reinterpretazione del Tierkreis di Karlheinz Stockhausen, progetto che verrà pubblicato ufficialmente ad ottobre 2010. Songs canzoni – Landscapes paesaggi è il quarto album ufficiale realizzato in studio dagli Aidoru, coprodotto da Trovarobato e distribuito nei negozi da Audioglobe. Il lavoro esce dopo un periodo di pausa discografica, durante il quale i membri degli Aidoru hanno instaurato diverse collaborazioni e creato nuovi progetti tra i quali con: John De Leo, Marquez, Carretti Musicali, Hugo Race (Nick Cave), Dan Stuart (Green on Red), JD Foster (Calexico, RichmondFontaine), Roy Paci, Damo Suzuki, Granturismo.

Per Informazioni:
Rifrazioni – Festival Internazionale di Arti Contemporanee di Anzio e Nettuno

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.