Cinemathèrapy: quando il cinema diventa un efficace strumento per curare l’anima

 

Nell’ambito della Cinemathèrapy o cinema-terapia, termine di uso comune che connota l’utilizzo di un medium artistico nella terapia (arte-terapia, Biblio-terapia, musico-terapia, fiaba-terapia, etc.), sussistono metodologie diverse che caratterizzano esperienze personalissime cucite addosso alla vita ed alle conoscenze di ogni psicologo e psicoterapeuta che ne fa uso.

Nel mio caso, Il metodo Psycofilm, marchio registrato e leggermente tratteggiato in molti testi di cui sono curatela, nasce dai miei studi artistici e dalla mia frequentazione delle arti fin da bambina, oltre alle recensioni di film che ho iniziato a scrivere da studentessa. Elaborato insieme al Centro Studi di Psicologia dell’Arte e Psicoterapie espressive, Il metodo scandisce e unisce momenti importanti della mia vita a partire dalla Psicologia dell’Arte che ho insegnato anche in America. Si compone infatti dei principi della Psicologia dell’Arte, dei Neuroni Specchio scoperti dal professor Rizzolatti e dalla sua equipe con note di Enneagramma, il cui maggior esponente è oggi Claudio Naranjo.

Come psicoterapeuta della Gestalt e Art Terapeuta, ho avuto come Maestro Rudolf Arnheim, grande esponente della Psicologia dell’Arte che ha offerto spunti e suggestioni inesauribili per poter tradurre in pratica molti suoi assunti teorici. I Neuroni Specchio fanno parte invece delle scoperta scientifica più importante del nostro secolo effettuata in una Università italiana. Ora è possibile ipotizzare nuovi strumenti di riabilitazione in molti tipi di disturbi a partire dall’autismo fino all’Alzheimer. Molti dei moderni studi sull’empatia si avvalgono della ricerca del professor Rizzolatti e della sua equipe. L’Ennneagramma è invece una teoria di personalità che ha origine dalla cabala ebraica e che Claudio Naranjo, altro mio Maestro, medico, musicista e grande esponente della psicoterapia della Gestalt, ha arricchito di importanti riflessioni.

Grazie a queste tre discipline distinte ma interconnesse, è nato, dopo molti anni di studi e ricerche, il metodo Psycofilm esperito con malati di Alzheimer e con malati oncologici di cui viene data notizia nel testo: Nostoi Ritorni Cinema Comunicazione Neuroni Specchio, Edizioni Altravista, che è stato inserito fra i migliori saggi del 2015 ed ha ricevuto un ulteriore Riconoscimento al Premio Nazionale di scrittura 2016. Nel testo vengono tratteggiati alcuni lavori ma non in maniera sistematica e senza le parti più tecniche e scientifiche del metodo stesso, in quanto il testo divulgativo.

Un appassionante viaggio nella filmografia internazionale attraverso la visione di esperti di discipline diverse che ci accompagnano nell’architettura composita e affascinante dell’esperienza umana. Squarci di luce inattesi che illuminano il cammino verso quell’eterno ritorno a noi stessi che ci rende unici ed insostituibili. Un testo che ci permette di cogliere riflessioni, desideri, dubbi, sogni e segni universali dell’essere umano in luoghi sconosciuti, che divengono sacri e terapeutici e che, di volta in volta, sono riassunti nello spazio di un film. Indicazioni, percorsi pratici e strumenti che, come sassolini, accompagnano il lettore nel viaggio verso se stesso con sprazzi di suggestiva bellezza “on the Road”. Le note di letteratura di Giorgio Pressburger e Juan Octavio Prenz aggiungono suggestioni eterne che arricchiscono le pagine di poetica. Nell’ambito delle ricerche sul cinema il Centro Studi di Psicologia dell’Arte e Psicoterapie Espressive realizza ogni anno un testo dedicato ai grandi temi del cinema ed ai personaggi che ci hanno fatto grandi nel mondo. I testi nascono da tematiche affrontate dai cineasti internazionali nell’anno che viene preso in esame. Sono da ricordare: Eros tanatosi e cibo al Lido. Dalla Cinematografia alla Psicologia dell’Arte, Figli al cinema. Prevenire il bullismo….., Lanterna magica Cineterapia e poesia al Lido fra sogno e bisogno, Neuroni specchio Cinematerapia del lutto…, Il potere al cinema…, MMelato forever, Il male al cinema, Nostoi Ritorni….., Lo specchio dipinto. Ettore Scola e dintorni, oltre a due Monografie dedicate a Sokurov e Ang Lee.

Paola Dei

Utlima modifica: 3 Luglio, 2017



Condividi