Le Ardenne – Oltre i confini dell’amore, l’ottimo esordio alla regia del belga Robin Pront

Le Ardenne – Oltre i confini dell’amore riesce grazie all’ottima e calibrata regia di Pront a tenere sempre in tensione lo spettatore. Gli americani hanno deciso di acquistare i diritti dell’opera per farne un remake. Per chi ama il buon cinema, se ne consiglia senza dubbio la visione

  • Anno: 2015
  • Durata: 96'
  • Distribuzione: Satine Film
  • Genere: Drammatico
  • Nazionalita: Belgio
  • Regia: Robin Pront
  • Data di uscita: 28-June-2017

Le Ardenne – Oltre i confini dell’amore è l’esordio del regista belga Robin Pront, un thriller con un’ambientazione noir tra l’algida città di Anversa e i misteriosi boschi delle Ardenne. Il film ha ottenuto una candidatura agli Oscar 2017 come miglior film straniero. La storia ruota attorno alla rivalità di due fratelli. I due hanno commesso una rapina finita male, durante la quale Kenneth (Kevin Janssens) viene arrestato e condannato a quattro anni di carcere, senza mai fare nome di suo fratello Dave (Jeroen Perceval). Il suo unico obiettivo, una volta uscito, è ritrovare Sylvie (Veerle Baetens), la donna amata, ma non ha fatto i conti con il passar del tempo e il relativo cambiamento che c’è stato: Sylvie ha una relazione con suo fratello Dave.

Il Belgio ha sfornato registi e film di grande successo, basti pensare ai fratelli Dardenne fino ad arrivare al grande successo di Alabama Monroe diretto da Felix Van Groeningen, uscito nel 2012 e candidato anche quest’ultimo all’Oscar come miglior film straniero. Il sorprendente esordio alla regia di Robin Pront è un incredibile film drammatico ambientato nel mondo della criminalità belga.

Il film, nonostante abbia una trama non originale, riesce grazie all’ottima e calibrata regia di Pront a tenere sempre in tensione lo spettatore e a non farlo mai annoiare. La sceneggiatura, scritta dallo stesso Pront, è stata tratta una pièce teatrale di Jeroen Perceval. Il regista ci mostra lo squallore e la povertà che regna ai margini della periferia di Anversa, con un film che ha vaghi richiami a quelli dei fratelli Coen. La fotografia dai colori plumbei di Robrecht Heyvaert è magnifica, rende perfettamente l’atmosfera cupa del film, con i gelidi e sperduti paesaggi boschivi delle Ardenne.

Un film che ha ottenuto un grande successo di pubblico e critica in Belgio e nel resto del mondo, vincitore di otto premi ENSOR (gli Oscar del cinema flammingo), tra cui miglior film, miglior regista e miglior fotografia. Gli americani hanno deciso di acquistare i diritti dell’opera per farne un remake. Per chi ama il buon cinema, se ne consiglia senza dubbio la visione.

GUARDA IL TRAILER >>



Condividi