fbpx
Connect with us

DIRETTE EVENTI & FESTIVALS

Presentazione della 53esima Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro

La 53a Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro, che si terrà dal 17 – 24 giugno 2017, è stata ufficialmente presentata a Roma il 9 giugno

Publicato

il

La 53a Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro, che si terrà dal 17 – 24 giugno 2017, è stata ufficialmente presentata a Roma il 9 giugno, nel suggestivo teatro sotterraneo del Centre Saint-Louis, storico luogo di studio della lingua e della cultura francese nella Capitale.

Alla conferenza stampa hanno preso parte: Pedro Armocida (Direttore Artistico), Bruno Torri (Presidente del Comitato Scientifico) e Daniele Vimini (Vicesindaco di Pesaro e Assessore alla Bellezza e Vivacità, sì, avete purtroppo letto bene, la parola “cultura” sembra essere andata fuori moda pure lei).

Di cose da dire non ce ne sono molte. La consueta monotonale relazione di Armocida non ha mancato di sviscerare il Festival in ogni suo aspetto ed evento, con la Rassegna che si terrà in quattro luoghi della città marchigiana: il Teatro Sperimentale (Sala Grande e Sala Pasolini), il Centro Arti Visive Pescheria, futura sede definitiva del Festival stesso, Palazzo Gradari e piazza del Popolo.

Per il quarantesimo anno dalla sua scomparsa, verrà omaggiato Roberto Rossellini (1906 – 1977), che presenziò alle prime tre edizioni del Festival, con la proiezione di alcune sue pellicole, tra le quali si segnala la versione restaurata per opera della prestigiosissima Cineteca di Bologna di Roma città aperta (1945). Di questo importante regista, verrà inoltre mostrata una delle sue opere meno conosciute, quell’India (1957), che rappresenta una perla del Rossellini documentarista, nel suo viaggio attraverso questo enorme e complesso Paese. Personalmente, siamo poi incuriositi da Summer Lights (“Lumières d’été”, 2016) del francese Jean-Gabriel Périot, in cui si racconta il dramma umano degli hibakusha (被爆者): i sopravvissuti alle atomiche sganciate su Hiroshima e Nagasaki dagli americani. Tematica, questa, che in Occidente si tende sistematicamente e colpevolmente a ignorare.

Tra incontri, proiezioni e attività collaterali, Pesaro si appresta a offrire ai cinéphile puntuale soddisfazione; rimandiamo quindi gli interessati alla lettura del programma, già disponibile in Rete a questo indirizzo, e anche questo anno ricco di novità e di piccole, ma significative sottosezioni, in un festival da sempre fedele alla sua storia. Ovvero, il promuovere un cinema sperimentale, il quale oggi più che mai viene messo in minoranza nel nefasto regno dei multiplex.

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.