Apocalissi a basso costo | Il nuovo cinema fantastico italiano al Future Film Festival (2-7 Maggio 2017)

La diciannovesima edizione del Future Film Festival di Bologna (2-7 maggio) ospita, all'interno della programmazione, uno spazio dedicato al cinema indipendente italiano che nel corso degli ultimi due decenni ha scelto di mettere in scena il fantastico, il soprannaturale

Apocalissi a basso costo
Il nuovo cinema fantastico italiano

a cura di Raffaele Meale
da un’idea e con la collaborazione di Carlo Tagliazucca

 

Gatti neri, cowboy che vanno a farsi giustizia nello spazio, astronavi di cartapesta, pranzi onirici, Lovecraft & Poe, ultracorpi, notti senza fine, leggende ancestrali e scenari post-apocalittici; negli ultimi venti anni il cinema italiano ha creato mondi immaginari fantastici e deliranti, ricchi d’inventiva e poveri di mezzi. Un sottobosco che si è cercato di tenere nascosto, celato, perché non mettesse in dubbio il “sistema”. Preparati, Bologna. È giunta l’ora della riscossa.

La diciannovesima edizione del Future Film Festival di Bologna (2-7 maggio) ospita, all’interno della programmazione, uno spazio dedicato al cinema indipendente italiano che nel corso degli ultimi due decenni ha scelto di mettere in scena il fantastico, il soprannaturale. Attraverso sei lungometraggi e otto cortometraggi (tutti presentati al festival dagli autori) si cercherà dunque di percorrere una via alternativa a quella che di solito viene illuminata quando si ha a che fare con il cinema italiano: un percorso fatto di astronavi ‘improvvisate’, come quelle su cui si muovono i protagonisti di Apollo 54 di Giordano Giulivi e Bandits on Mars del collettivo John Snellinberg; di reminiscenze di Edgar Allan Poe e H.P. Lovecraft; di lupi mannari e demoni, antiche leggende popolari e squarci di un futuro angoscioso, e per nulla rassicurante. Tralasciando per una volta il thriller e il giallo, che tanta parte hanno avuto nella storia del cinema italiano, si è deciso dunque di aprire le porte solo a coloro che non hanno avuto timore di scontrarsi con l’irreale, il fantasmatico, l’orrore puro e la fantascienza. Generi oramai quasi completamente disabitati dal cinema italiano. In molti hanno espresso meraviglia poco più di un anno fa di fronte alle disavventure del protagonista de Lo chiamavano Jeeg Robot di Gabriele Mainetti, ma l’indie italiano da almeno due decenni sta producendo, con le scarse risorse a disposizione, un cinema inventivo, ricco di idee, in grado si sposare sci-fi e commedia, horror e grottesco, fantasy e romanticismo. Senza avere, se non in casi estremamente fortuiti, la possibilità di raggiungere le sale, e di farsi conoscere dal pubblico.

L’obiettivo di Apocalissi a basso costoIl nuovo cinema fantastico italiano è dunque quello di donare voce e visibilità ad autori costretti negli ultimi anni a rimanere nelle retrovie. Il pubblico del Future Film Festival avrà modo di incontrare registi, attori, sceneggiatori sia al termine delle proiezioni che in una tavola rotonda che si terrà domenica 7 maggio a partire dalle 16.00 nella piazzetta Pier Paolo Pasolini, proprio all’ingresso della Cineteca. Tra padri putativi (Eros Puglielli, che sarà a Bologna il 4 maggio per presentare al pubblico i suoi cult assoluti Il pranzo onirico e Dorme) e giovani promesse (Paolo Gaudio, che dopo aver presentato nel 2015 al Future Film Festival Fantasticherie di un passeggiatore solitario torna quest’anno con il corto d’animazione The Black Cat) sarà possibile allargare lo sguardo fuori dalle visioni più standardizzate. Con la speranza che questo sia solo il germe di una rinascita reale di attenzione verso l’intera produzione nazionale. Non solo quella delle commedie… Intanto in “Follie notturne” lo schermo si illuminerà di nero di fronte all’avanzata degli zombi di Giorgio Bruno e del suo Almost Dead. Un primo passo è compiuto.

FILM IN PROGRAMMA

Lungometraggi

Apollo 54 (2007) di Giordano Giulivi
Custodes Bestiae (2004) di Lorenzo Bianchini
Dorme (1994) di Eros Puglielli
I rec u (2012) di Federico Sfascia
Il mistero di Lovecraft – Road to L. (2005) di Federico Greco, Roberto Leggio Vigasio
Sexploitation (2010) di Sebastiano Montresor

Cortometraggi

Bandits on Mars (2015) di John Snellinberg
The Black Cat (2012) di Paolo Gaudio
I dincj de lune (1999) di Lorenzo Bianchini
Last Blood (2003) di Guglielmo Favilla, Alessandro Izzo
Olivia (2016) di Alessandro Izzo
Il pranzo onirico (1996) di Eros Puglielli
Ultracorpo (2010) di Michele Pastrello
Versipellis (2011) di Donatello Della Pepa

Utlima modifica: 22 Aprile, 2017



Condividi