Rassegna film inediti AL CUORE DEI CONFLITTI | Bergamo e Brescia dal 25 aprile 2017

Taxidrivers_Al cuore dei conflitti_Lab 80 film

Al cuore dei conflitti: rassegna di film inediti

di Lab 80 film e FIC- Federazione Italiana Cineforum

Per raccontare ingiustizie, ribellioni e umanità dal mondo

In programma due incontri con Juan Martín Guevara, fratello del “Che”

Quest’anno film che raccontano Argentina, Palestina, Bosnia, Italia e Pakistan

dal 25 aprile al 9 maggio 2017 | Bergamo e Brescia

 

 

È Juan Martín Guevara, fratello di Ernesto “Che” Guevara, l’ospite d’onore dell’ottava edizione di Al cuore dei conflitti, la rassegna cinematografica di Lab 80 film e FIC-Federazione Italiana Cineforum dedicata a storie che arrivano da diverse parti del mondo e che, con film inediti e incontri con i protagonisti, racconta ingiustizie, ribellioni e umanità.

La rassegna si svolge a Bergamo e a Brescia dal 25 aprile al 9 maggio. A Bergamo buona parte delle proiezioni, all’Auditorium di piazza Libertà, con sei film e un incontro con Juan Martín Guevara, in programma per giovedì 27 aprile alle 20,30. A Brescia due serate al Cinema Nuovo Eden: venerdì 28 aprile, alle 21, incontro con Juan Martin Guevara e un film, seconda proiezione venerdì 5 maggio.

Le proiezioni previste a Bergamo cominciano mercoledì 26, alle 21, con una storia dall’Argentina: viene proiettato La larga noche de Francisco Sanctis di Francisco Márquez e Andrea Testa, del 2016, ambientato sotto la dittatura. Protagonista il tranquillo Francisco, che nell’arco di una notte dovrà decidere se continuare a condurre la sua vita appartata o trasformarsi in militante salvando due persone destinate a entrare nelle liste dei “desaparecidos”.

Giovedì 27 serata con Juan Martín Guevara: prima l’incontro col pubblico, con il racconto del suo libro Mio fratello, il Che, e poi la proiezione del film del 2016 Che, un hombre nuevo di Tristan Bauer.

Juan Martin, fratello minore del Che, è stato prigioniero politico in Argentina per quasi dieci anni, perché militante per Partito rivoluzionario dei lavoratori. Da alcuni anni è impegnato nel racconto della figura del fratello: per umanizzare il mito e ri-attualizzarne il pensiero politico.

«Molte delle cose per cui il Che ha combattuto non sono state ancora realizzate – ha detto Juan Martín -, è per questo che i giovani continuano ad adottarlo: sentono forte e urgente il suo esempio, il suo insegnamento teorico e di vita».

Venerdì 28 protagonista è il grandissimo fotografo ceco Josef Koudelka, celebre per le immagini scattate ai carri armati russi durante la Primavera di Praga e poi per il suo lavoro nell’agenzia Magnum. In Koudelka fotografa la Terra Santa, del 2015, l’israeliano Gilad Baram racconta i suoi reportage in Palestina, realizzati nell’arco di cinque anni.

Sabato 29 Death in Sarajevo di Danis Tanović, già regista di No Man’s Land. Con questa produzione del 2016 il regista bosniaco ambienta il racconto a Sarajevo, nell’hotel scelto per le celebrazioni dei 100 anni dallo scoppio della Prima guerra mondiale. Inevitabilmente si sollevano vecchie controversie e tornano visibili le “scorie” della guerra.

Martedì 9 maggio si chiude con Les Cowboys del francese Thomas Bidegain, che fa parte del programma di Fare la Pace – Bergamo Festival 2017: gli spettatori seguono il lungo viaggio che il personaggio protagonista Damiens, con il figlio Oldfield, compieda Lione al Pakistan in cerca della giovane figlia, scomparsa dopo essersi legata ad un musulmano fondamentalista. Passaggio alla regia dello sceneggiatore di Un sapore di ruggine e ossa e Il profeta.

L’apertura di Al cuore dei conflitti 2017 è invece dedicata alla ricorrenza del 25 aprile: per quella data torna sul grande schermo un film indimenticabile: Era notte a Roma, di Roberto Rossellini, del 1960.

A Brescia due serate al Cinema Nuovo Eden: venerdì 28 aprile incontro con Juan Martín Guevara e proiezione del film Che, un hombre nuevo; venerdì 5 maggio proiezione del film Death in Sarajevo di Tanović.

Le proiezioni di Bergamo sono sempre alle 21 all’Auditorium di Piazza Libertà; l’incontro con Juan Martín Guevara è invece alle 20,30. Martedì 25 aprile e martedì 9 maggio l’ingresso è gratuito; per le altre serate il costo del biglietto è di 6 euro, 5 ridotto e 4 per i soci Lab 80.

L’ingresso al Cinema Nuovo Eden di Brescia è sempre alle 21, prezzo intero 5 euro, ridotto 4.

Al cuore dei conflitti è organizzato in collaborazione con Bergamo Festival Fare la Pace 2017, Bergamo Film Meeting Onlus, Laboratorio 80, Comune di Bergamo, Comitato Bergamasco Antifascista.

SITO DELLA RASSEGNA www.alcuoredeiconflitti.it



Condividi