Omicidio all’italiana

  • Anno: 2017
  • Durata: 90'
  • Distribuzione: Medusa
  • Genere: Commedia
  • Nazionalita: Italia
  • Regia: Marcello Macchia
  • Data di uscita: 02-March-2017

Sinossi: Uno strano omicidio sconvolge la vita sempre uguale di Acitrullo, sperduta località dell’entroterra abruzzese. Quale occasione migliore per il sindaco (Maccio Capatonda) e il suo vice (Herbert Ballerina) per far uscire dall’anonimato il paesino? Oltre alle forze dell’ordine, infatti, accorrerà sul posto una troupe del famigerato programma televisivo “Chi l’acciso?”, condotto da Donatella Spruzzone (Sabrina Ferilli). Grazie alla trasmissione e all’astuzia del sindaco, Acitrullo diventerà in men che non si dica famosa come e ancor più di Cogne! Ma sarà un efferato crimine o un… omicidio a luci grosse??

Recensione: Maccio Capatonda, nome d’arte di Marcello Macchia, torna al cinema dopo Italiano medio con Omicidio all’italiana di cui è di nuovo regista e protagonista. In questo secondo film Maccio corregge alcuni errori e problemi presenti nel primo; se sulla comicità non c’è mai stato nessun problema e l’attore e la sua banda sono sempre riusciti a far ridere sia alla radio che in televisione e internet, il passaggio dagli sketch al lungometraggio era risultato difficoltoso e il ritmo era spesso spezzato da tempi comici non da grande schermo. Qui è diverso, tutto l’impianto del film, a partire dalla sceneggiatura, è più coeso, e la spezzettatura pur essendo ancora presente e visibile è meno fastidiosa, non si è più davanti all’assemblaggio di pillole ma ad un’opera unitaria e organicamente strutturata.

Alla comicità, comunque, anche qui molto intelligente, mai sboccata o volgare ma sempre fine e puntuale, si aggiungono spunti di riflessione sull’Italia e gli italiani. La commedia fa da base a una satira pungente e drammatica nel farsi  specchio del nostro paese e di noi stessi. Perché possiamo ridere di fronte alla macchiettizzazione del turista, attratto dal luogo di un crimine efferato, alla conduttrice televisiva di talk show interessata solo allo share che una tragedia comporta, fino al potere dei media (che scavalcano la giustizia e guidano le indagini) e al binomio geniale di giornalisti affamati di notizie.

È ancora più apprezzabile la capacità del film, scritto da Maccio con Herbert Ballerina (Luigi Luciano), Daniele Grigolo, Danilo Carlani e Sergio Spaccavento, di far ridere così di gusto della nostra realtà – che qui potrebbe sembrare esagerata -, più tragica di quanto possiamo pensiamo e immaginiamo.

Il duo Maccio-Herbert funziona egregiamente anche qui e si vede l’affiatamento e la grande capacità di lavoro della coppia collaudata da più di 10 anni di collaborazione. Il resto del cast è ottimo e credibile, anche e soprattutto Sabrina Ferilli, conduttrice del programma tv “Chi l’acciso?”,  davvero terrificante se si pensa al realismo del personaggio così affine a conduttrici e conduttori della tv attuale.

In conclusione Omicidio all’Italiana è una bella commedia capace di far ridere per tutta la sua durata in maniera intelligente e sottile, e, allo stesso tempo, in grado di far riflettere sulla realtà e la condizione del nostro paese.

Giovanni Montanari

GUARDA IL TRAILER >>

Utlima modifica: 24 Febbraio, 2017



Condividi