David di Donatello: testa a testa tra La pazza gioia di Paolo Virzì e Indivisibili di Edoardo de Angelis

Annunciate le candidature ai David di Donatello 2017. Testa a testa tra La pazza gioia di Paolo Virzì e Indivisibili di Edoardo de Angelis con 17 candidature, segue, con 16 candidature, Veloce come il vento di Matteo Rovere e Fai bei sogni di Marco Bellocchio con 10. Anche quest’anno a produrre e trasmettere la cerimonia sarà Sky: Alessandro Cattelan presenterà la premiazione il 27 marzo agli Studi De Paolis di Roma in diretta su Sky e in chiaro su TV8.

L’edizione 2017 dei David è la prima senza Gian Luigi Rondi, il decano dei critici cinematografici e presidente dell’Accademia dei David, scomparso lo scorso settembre. “Ammetto di sentirmi a disagio pensando di sostituire alla presidenza dell’Accademia del cinema italiano Gian Luigi Rondi” – spiega questa mattina in conferenza stampa il regista e sceneggiatore Giuliano Montaldo, nuovo presidente ad interim dei David – “insostituibile come stile, come competenza, come critico, come studioso e amante di cinema.” Premiato nel 2007 con il David alla carriera, Montaldo continua a definirsi un presidente temporaneo, “perché ogni tanto guardo la mia carta d’identità e penso sia meglio che arrivi qualcuno più giovane, ma anche perché da regista non mi sento a mio agio a giudicare dei colleghi“.

Giunta alla sua 61esima edizione, è la seconda targata Sky. “Cercheremo di mettere insieme alla celebrazione del cinema lo spettacolo, con un pizzico di ironia e divertimento” – interviene Nils Hartmann, responsabile delle produzioni originali di Sky – “creando uno show televisivo veloce, fruibile e nel pieno rispetto della cinematografia italiana”.

Anche quest’anno la cinquina del Miglior Film e quella della Miglior Regia sono speculari: Fai bei sogni di Marco Bellocchio, Fiore di Claudio Giovannesi, Indivisibili di Edoardo De Angelis, La pazza gioia di Paolo Virzì, Veloce come il vento di Matteo Rovere.

Micaela Ramazzotti e Valeria Bruni Tedeschi sono in lizza per la categoria Miglior Attrice Protagonista, entrambe protagoniste del film di Paolo Virzì. Doppiamente candidato Valerio Mastandrea: Miglior Attore Protagonista per Fai bei sogni e Miglior Attore Non Protagonista per Fiore

Oltre ai film già citati, le pellicole che hanno raccolto il maggior numero di candidature sono anche La stoffa dei sogni di Gianfranco Cabiddu con 9 candidature, In guerra per amore di Pif con 7 candidature, Fiore di Claudio Giovannesi con 6 candidature e Le confessioni di Roberto Andò con 5 candidature.

Tra le novità introdotte si segnala il Premio David di Donatello alla Miglior Sceneggiatura Adattata, per la prima volta distinto dal Premio Migliore Sceneggiatura Originale.

Alessio Paolesse

Utlima modifica: 21 febbraio, 2017



Condividi