Stasera alle 21 su Iris The Dreamers – I sognatori di Bernardo Bertolucci

  • Anno: 2003
  • Durata: 100'
  • Genere: Drammatico
  • Nazionalita: Italia, Gran Bretagna, Francia
  • Regia: Bernardo Bertolucci

The Dreamers – I sognatori è un film del 2003 diretto dal regista italiano Bernardo Bertolucci. Il film è basato su un racconto di Gilbert Adair The Holy Innocents. Adair ha anche scritto la sceneggiatura del film.

Parigi, 1968: rimasti soli mentre i genitori sono in vacanza, Isabelle e Theo invitano a casa loro Matthew, un americano che hanno appena conosciuto. I tre decidono di non uscire e definiscono le regole della loro reclusione. Esplorando emozioni ed erotismo, arriveranno a conoscersi profondamente e a mettersi alla prova per capire fin dove possono arrivare…

A Jake Gyllenhaal e Leonardo DiCaprio venne proposto il ruolo di Matthew. Gyllenhaal rifiutò a causa della natura troppo esplicita delle scene di nudo (varie inquadrature sono “primi piani” del pene del protagonista). DiCaprio rifiutò il ruolo perché era già in pre-produzione del film The Aviator. Delle suddette scene, dovevano essercene alcune che descrivevano rapporti sessuali molto più espliciti tra i personaggi di Théo e Matthew; queste scene sarebbero state tagliate perché considerate “troppo” esplicite per il pubblico. Comunque, secondo Pitt e Bertolucci, queste scene non sono mai state girate. Nel film viene menzionato spesso Mao Tse-tung. Sebbene Théo sia comunista, le uniche immagini relative alla sua ideologia sono quasi tutte raffigurazioni di Mao: nella sua camera ci sono ben tre quadri che lo ritraggono, e mentre Isabelle si spoglia (poco dopo aver accettato di fare l’amore con Matthew) si può notare che sul pavimento c’è un abat-jour a forma di busto del leader del PCC. Durante le riprese della scena proposta all’incirca al minuto 22′, i capelli di Eva Green non avrebbero dovuto incendiarsi, ma l’attrice rimase così calma che il regista decise di lasciare la scena così.

Il film presenta una enorme quantità di citazioni, richiami e rimandi a molti film. Alcuni sono più espliciti e citati o mostrati direttamente, mentre molti altri sono piccoli dettagli come poster sulle pareti, inquadrature, battute ed altro. La lista seguente è indicativa, ma non esaustiva.

  • Il corridoio della paura: film che Matthew guarda alla Cinémathèque all’inizio del film.
  • Fino all’ultimo respiro: la prima notte in cui Isabelle e il fratello incontrano Matthew, la ragazza imita Patricia Franchini, gridando «New York Herald Tribune!».
  • Johnny Guitar: il film viene citato in un dialogo su Nicholas Ray.
  • Gioventù bruciata: il film viene citato in un dialogo su Nicholas Ray.
  • La regina Cristina: Isabelle recita la scena in cui la regina Cristina “memorizza la stanza”, nella stanza da letto di Matthew.
  • Cappello a cilindro: Isabelle sfida Matthew ad indovinare un film in cui è presente una scena in cui un ballerino di tip tap sveglia la vicina del piano di sotto.
  • Luci della città: citato da Théo in un dialogo con Matthew.
  • Bande à part: Isabelle, Théo, e Matthew corrono per il Louvre, tentando di battere il record di percorrenza di 9 minuti e 45 secondi, e ci riescono.
  • Freaks: dopo la corsa al Louvre, Isabelle e Théo dicono a Matthew «Lo accettiamo, uno di noi!».
  • Venere bionda: Isabelle recita la scena di Marlene Dietrich.
  • Scarface – Lo sfregiato: Théo recita la scena della morte di Paul Muni, chiedendo a Isabelle di individuare il film.
  • Perfidia: nella vasca da bagno Isabelle cita il film dicendo: «Non esiste l’amore, esistono solo prove d’amore».
  • Gangster cerca moglie: il film che Isabelle e Matthew guardano al cinema durante il loro appuntamento.
  • Persona: viene mostrata un’immagine del film su una scrivania.
  • La cinese: un poster del film appare appeso in casa dei protagonisti.
  • Il bandito delle 11: viene citata la colonna sonora del film.
  • Viale del tramonto
  • Mouchette – Tutta la vita in una notte: Isabelle tenta di uccidersi con il gas, chiude gli occhi e immagina una scena del film.
  • Il cameraman: risposta di Matthew alla citazione di Théo.
  • I 400 colpi: viene citata la colonna sonora del film.

GUARDA IL TRAILER >>

Utlima modifica: 10 Febbraio, 2017



Condividi