Connect with us

NEWS

Teatro Greco di Roma. Stagione 2016/2017. Un teatro leggero ma non troppo

Un’ottima offerta culturale e di svago è quella della prossima stagione che ci propone il Teatro Greco di Roma. Il parterre di artisti è vasto e ben articolato e le piece scelte si presentano ricche di piacevoli proposte. Tra gli artisti che si alterneranno nel corso dell’anno segnaliamo: Lina Wertmuller, Flavio Bucci, Pamela Villoresi, Antonio Giuliani, Simona Marchini

Published

on

Un’ottima offerta culturale e di svago è quella della prossima stagione che ci propone il Teatro Greco di Roma. Il parterre di artisti è vasto e ben articolato e le piece scelte si presentano ricche di piacevoli proposte. Il teatro Greco, che è Greco perché ispirato a Taormina, ma anche, benché lui lo neghi, dal nome del suo patron e creatore Renato Greco (famoso ballerino e coreografo che faceva sognare sin dagli anni ’60). La location è uno spazio molto gradevole e accogliente. La struttura, nata nel 1996, si caratterizza per la bella cavea digradante, dalla quale si vede bene dai primi agli ultimi posti, per una larga scena e per un’ottima acustica. Da molti anni è un punto di riferimento per la città, il quartiere, per l’elegante zona di Viale Somalia dove è collocato.

Renato, benchè over ’70, è ancora allegramente sulla breccia e, nonostante la crisi, non smette di credere nella sua missione di portatore di leggerezza nello spettacolo, analoga a quella della sua danza. Ma si tratta di una leggerezza che non è sciatteria o disimpegno sociale, come si vede in molti spettacoli proposti, piuttosto una levità o leggerezza dell’essere che conforta e consola, o anche, come la intendeva il grande scrittore Italo Calvino, citato nella presentazione della stagione 2016/17 da una delle co/organizzatrici, Anna Maria Piva della Compagnia delle Stelle, di una leggerezza vitale, attiva e cosciente.

Ben 19 spettacoli in 7 mesi di programmazione allieteranno il pubblico con un’interessante offerta di spettacoli che, oltre che negli orari canonici, saranno visibili anche di mattina sia per adulti che per bambini. L’offerta antimeridiana si caratterizza anche per un ottimo rapporto qualità/prezzo visto che si potrà godere di uno spettacolo dal vivo al prezzo di un cinema e cioè di Euro 8.50.

Importante la collaborazione e direzione artistica di Marco Mattolini, toscano doc, regista, sceneggiatore e autore televisivo che propone attori e figure importanti dello spettacolo sia classico che dell’ironia come Lina Wertmuller, Flavio Bucci, Pamela Villoresi, Antonio Giuliani, Simona Marchini e molti altri.

Durante la presentazione alla stampa, molto applauditi gli interventi di Flavio Bucci, i’indimenticabile interprete di Ligabue, che ha letto l’Infinito di Leopardi e che sarà il primo artista in cartellone già dal prossimo 3 novembre 2916.

Apprezzate dal pubblico anche la sottile ironia di Maurizio Micheli, la fantasia sempre fresca, dinamica e dissacrante del creatore di una nuova forma di comicità, Antonio Giuliani, la danza dell’Odisseus del gruppo Greco, la travolgente nuova edizione di Un americano a Parigi con l’intensa partecipazione di Michele Carfora, la talentuosa Arianna Bergamaschi, la bella presenza di un intrigante e sottile attore come Danilo Brugia, uno dei più amati interpreti nell’indimenticata serie Cento Vetrine,  fiction con la quale ha anche vinto un importante riconoscimento.  Da non dimenticare una deliziosa Pamela Villoresi, sempre più raffinata e ricca di quella grazia a volte vagamente astratta, ma mai distratta, che interpreta con Roca Rey, Ratti e Della Corte, una dissacrante commedia dell’amore negato: Cancun. Un’attesa interessante è quella della performance del vincitore del premio Gaber: Andrea Rivera, che propone un nuovo e personalissimo Teatro/Canzone.  Non manca il grande Max Pezzella, dominatore delle note della famosa trasmissione RAI di Presta e Dose Il Ruggito del Coniglio, che in questo caso fa da contrappunto con la sua cultura e con un’intelligente e mai seriosa musica ad Assante e Castaldo in un eterno dilemma: meglio i Beatles o i Rolling Stones? Per la musica sarà presente anche Paolo Belli, direttamente da Ballando con le Stelle. Dall’Inghilterra arriva invece una Disastrosa commedia, che promette lo stesso successo della famosissima Rumori Fuori Scena, dove non si fa altro che ridere, ma al Teatro Greco non si ride soltanto, infatti sono presenti anche le problematiche di Figli di un Dio minore, dal noto film, con Giorgio Lupano e Rita Mazza, sul problema della sordità.  Ma da non perdere una storia /racconto, anche in musica, delle guerre e delle dittature del ‘900, di Lina Wertmuller, o il racconto delle opere liriche proposto da Simona Marchini. Molte altre le proposte della stagione più avanzata del 2017, come quelle di Rosalia Porcaro, Riccardo Rossi, Nuzzo -Di Biase, Carlo Ragone, Gabriele Pignotta e Francesco Marchesi per le quali si rimanda al programma completo.

TEATRO GRECO – Via Ruggero Leoncavallo 10, Roma

 Info: 06 8607513 – info@teatrogrecoroma.it  – Bus:  65, 235

Alessandra Cesselon