Fuga dal pianeta terra

  • Anno: 2013
  • Durata: 89'
  • Distribuzione: 01 Distribution
  • Genere: Animazione, Commedia, Avventura
  • Nazionalita: USA, Canada
  • Regia: Cal Brunker
  • Data di uscita: 28-April-2016

Fuga dal pianeta terra è la prima pellicola d’animazione prodotta dalla Rainmaker Entertainment e diretta dall’esordiente Cal Brunker, storyborder di Cattivissimo me e Ortone e il mondo dei Chi. Distribuito da 01 Distribution, il film è disponibile nelle sale italiane dal 28 Aprile 2016.

Sinossi: Scorch è un alieno estremamente intelligente tanto che, lavorando nella sala controllo della BASA sul pianeta Baab, coordina le missioni di Gary, il suo muscoloso e intrepido fratello minore. Quando il ragazzo, però, lo sminuisce per esaltare maggiormente i suoi meriti, egli rifiuta di continuare a suggerirgli gli escamotage migliori per sfuggire ai pericoli. E così, durante la pericolosa missione sul Pianeta Oscuro, Gary scompare misteriosamente e Schorch decide di entrare personalente in azione per salvarlo.

Recensione: Dopo aver lavorato come storyborder per rinomate pellicole d’animazione come Ortone e il mondo dei chi e Cattivissimo me, Carl Brunker esordisce in cabina di regia per firmare Fuga dal pianeta terra, una commedia fantascientifica funambolioca che alterna satira e ironia a dramma e avventura. La storia ruota attorno al rapporto ambivalente tra due fratelli: uno tutto muscoli e azione, l’altro cervello e raziocinio. Le difficoltà del mestiere portano presto i due a capire che, nonostante le loro diversità, possono superare qualsiasi cosa solo supportandosi l’un l’altro. La trama è dunque semplice, elementare, persino spoglia, poichè puntata esclusivamente verso il pubblico dei più piccoli, gli unici oro che potrebbero ignorare la grana grezza con cui sono costruiti i personaggi e l’animazione impacciata che ne guida i movimenti. Per essere il primo film della Rainmaker Entertainment, comunque, non è male: è una pellicola tutto sommato godibile che riesce a strappare qualche sorriso, seppur peccando di forzatura.

Martina Calcabrini

GUARDA IL TRAILER >>



Condividi