Connect with us

DIRETTE EVENTI & FESTIVALS

Festival del Cinema di Spello: grande anteprima al Subasio

Un vero successo quello che è da considerare come il primo di una lunga serie di eventi in vista della V edizione del Festival del Cinema Città di Spello ed I Borghi Umbri Rassegna Concorso “ Le Professioni del Cinema “ in programma dal 27 febbraio al 6 marzo 2016

Publicato

il

Un vero successo quello che è da considerare come il primo di una lunga serie di eventi in vista della V edizione del Festival del Cinema Città di Spello ed I Borghi Umbri Rassegna Concorso “ Le Professioni del Cinema “ in programma dal 27 febbraio al 6 marzo 2016.

Ieri infatti, presso il Teatro Subasio di Spello, l’organizzazione del Festival spellano ha firmato la prima…anteprima della manifestazione (altre sono previste per novembre e dicembre) ospitando la presentazione di due libri del critico cinematografico Fabio Melelli, “L’Umbria nel Cinema tra demonio e santità” della Gramma Editore e “Bologna, il cinema sotto i portici”, edito da Morlacchi Editore e scritto in tandem con Francesco Rondolini.

Un’anteprima sviluppata come un vero e proprio talk show con la brava e competente Simona Fiordi che ha intervistato gli ospiti, ovvero lo scrittore Fabio Melelli, Francesco Rondolini, Luciano Bernasconi, autore della copertina del libro su Bologna, e due personaggi noti del panorama cinematografico umbro come l’attore showman Alfiero Toppetti, che ha lavorato tra gli altri al fianco di Raffaella Carrà e con il regista Pupi Avati, ed il caratterista Albano Bufalini, che ha lavorato con registi quali Carlo Vanzina, Dino Risi ed altri ancora e che hanno portato la loro testimonianza nell’esperienza cinematografica.

Ha introdotto il pomeriggio cinematografico Donatella Cocchini, presidente del Festival.

“Questo è solo uno dei tanti appuntamenti che faranno da prologo alla quinta edizione del Festival dal 26 febbraio al 06 marzo 2016, che anche quest’anno cercheremo di rendere accattivante ed interessante con un parterre ospiti di prim’ordine e la presenza di film di altissimo profilo. Tra le iniziative prossime anche l’inserimento di itinerari turistici a tema cinematografico nel sito del festival del cinema per continuare a promuovere con sempre più forza il territorio umbro.”

Poi sul palco ecco i protagonisti del pomeriggio spellano: Fabio Melelli, Francesco Rondolini, Luciano Bernasconi, Alfiero Toppetti, Albano Bufalini pronti per l’intervista di Simona Fiordi.

Rivolgendosi a Fabio Melelli: L’Umbria nel cinema tra demonio e santità? Perché un titolo del genere?

“Dall’Album di Alberto Fortis – dice Melelli –. L’Umbria è stata da un lato location dei film su San Francesco, ad esempio “il poverello di Assisi “ del cinema muto. Dall’altro lato l’Umbria è stata protagonista di film boccacceschi, tra i più emblematici “la professoressa di lingue”, o anche negli anni 70 a Spoleto venne realizzato “L’etrusco uccide ancora”. Dove ho trovato le informazioni per le recensioni? Durante gli incontri coi professionisti del cinema. Non è scontato capire immediatamente il film. Ad esempio la cascata delle Marmore si vede in molti film degli anni 50/60/70, ma viene mixata con altre cascatelle di Monte Gelato, nei pressi di Roma, come a creare una sorta di geografia immaginaria. Profondo Rosso di Dario Argento è stato girato in Umbria, la scena del funerale della medium è girato nel cimitero monumentale di Perugia!”

Simona Fiordi poi vira su Francesco Rondolini, musicista a Bologna, laureando in cinema delle produzioni all’università di Bologna.

“A Bologna a fine anni 70 si gira ad esempio la Polizia Sconfitta, un poliziesco interamente girato tra i vicoli della città. Sono stati censiti 144 film a Bologna. L’intervista che più mi ha colpito? Quella ad Andrea Roncato, che ci ha raccontato molti aneddoti interessanti, ma anche a Serena Grandi.”

Un pomeriggio non solo di approfondimento cinematografico, ma anche di simpatia vista anche la presenza di Toppetti che ha sviluppato un momento di “Toppettango” insieme a Simona Fiordi, e poi poesia e risate con Albano Bufalini.

Alla serata hanno preso parte il sindaco di Spello Moreno Landrini, il vice sindaco Giamprimo Narcisi e l’assessore Irene Falcinelli, Daniele Procacci nonché graditissima la presenza del maestro Federico Savina, venuto appositamente da Roma per l’occasione..