The Hateful Eight: il primissimo trailer dell’ottavo film di Quentin Tarantino

Eccolo qui.  Dopo annunci e smentite, fra script e innumerevoli fake trailer diffusi malamente in rete, finalmente arriva il primo, vero, teaser trailer di The Hateful Eight, l’ultima, agognatissima, fatica di Quentin Tarantino. Un film che solo prima dell’ estate scorsa sembrava destinato a non vedere mai la luce, a causa della diffusione in rete del sacro copione, scritto di proprio pugno dal regista del Tennessee, e delle conseguenti azioni e vicissitudini legali contro ignoti intraprese da un infuriato Tarantino, il quale, dal canto suo, sembrava ormai intenzionato a trarne una Pièce teatrale o addirittura un libro. Ovviamente, mossa pubblicitaria o meno che sia stata, il film si è poi girato,  in Colorado,  in pieno inverno con neve vera e in pellicola, nel glorioso formato 70mm Super CinemaScope, poiché, come ben sappiamo, il regista di Reservoir Dogs (1992) e Pulp Fiction  (1994) è un tipo all’antica e con un gusto tutto particolare per il cinema dei bei tempi andati.

Una carrozza trainata da una mandria di cavalli, tanta neve e gli otto misteriosi sconosciuti che finiranno per trovarsi all’interno del Minnie, una sorta di taverna sperduta fra le montagne, bloccati sotto una dirompente tormenta di neve. Nessuno di loro sembra essere chi dice di essere e nessuno si fida di nessuno, mentre alcuni di loro tenteranno di raggiungere la vicina cittadina di Red Rock.

hateful

Gli odiosi otto del titolo altri non sono se non Samuel L. Jackson, nel ruolo del Maggiore Marquis Warren, Kurt Russell, il cacciatore di taglie John Ruth, Jennifer Jason Leigh, la prigioniera Daisy Domergue, Walton Goggins, un rinnegato del sud che afferma di essere il nuovo sceriffo di Red Rock, Demiàn Bichir, nel ruolo di Bob, guardiano della taverna, il nuovamente tarantiniano Tim Roth, nelle vesti del boia di Red Rock Oswaldo Mobray, il fido Michael Madsen, che qui è il mandriano Joe Gage e il vecchio  Bruce Dern, nel ruolo del generale confederato Sanford Smithers. Otto volti che non lasciano affatto indifferenti, tanto che alcuni di essi rimandano a ricordi cinefili davvero sensazionali e indimenticabili.

The Hateful Eight, scritto e diretto da Quentin Tarantino, fotografato dal grande Robert Richardson, l’unico direttore della fotografia, insieme al nostro Vittorio Storaro, ad essersi aggiudicato ben tre volte l’Oscar con JFK di Oliver Stone, The Aviator e Hugo Cabret di Martin Scorsese, musicato da Ennio Morricone, che torna al western dopo quarant’anni dal suo ultimo approccio con il genere e distribuito dalla Weinstein Company, è atteso in Nordamerica per il giorno di Natale in tiratura limitata, solo cinquanta copie e in 70mm, il formato voluto dal regista, mentre l’8 gennaio sarà distribuito in digitale in tutti gli altri cinema degli States.

Il trailer, già mostrato in anteprima al Comic-con di San Diego, è solo un piccolo assaggio di un’opera che si preannuncia quantomeno carica di aspettative dopo il successo planetario del precedente western di Tarantino, Django Unchained  (2012), ad oggi il suo più grande incasso di sempre.

Manuele ‘Bisturi’ Berardi

Utlima modifica: 13 Agosto, 2015



Condividi