fbpx
Connect with us

Prossimamente

Arriva al Cinema “I Ponti di Sarajevo”

Dal 25 giugno al cinema, il film collettivo che racconta in 13 corti d’autore illusioni e delusioni di Sarajevo, città simbolo della storia europea del Novecento

Publicato

il

Tredici tra i più significativi autori europei contemporanei chiamati a raccolta per raccontare dal 1914 ad oggi la capitale bosniaca, città ponte tra Est e Ovest, emblema della storia europea del Novecento. Questo è I ponti di Sarajevo film a episodi realizzato in occasione del centesimo anniversario dell’attentato di Sarajevo (28 giugno 1914), che dopo Cannes 2014 ed altre rassegne internazionali, arriva in sala il 25 giugno distribuito da Milano Film Network (calendario uscite di seguito).

Al fianco del maestro Jean-Luc Godard, il progetto realizzato con la direzione artistica di Jean-Michel Frodon, ex direttore di Cahiers du Cinéma, propone le immagini e le narrazioni di registi diversissimi tra loro, appartenenti a differenti generazioni e nazionalità, per l’Italia Leonardo Di Costanzo e Vincenzo Marra. Gli altri autori sono la bosniaca Aida Begic, il bulgaro Kamen Kalev, la francese Isild Le Besco, l’ucraino Sergei Loznitsa, la svizzera Ursula Meier, il bosniaco Vladimir Perišić, il romeno Cristi Puiu, il catalano Marc Recha, la tedesca Angela Schanelec e la portoghese Teresa Villaverde.

Coprodotto da diversi Paesi tra cui l’Italia con MIR Cinematografica e Rai Cinema, il progetto “è unito da un coerente filo rosso tematico: la relazione tra la città e le guerre del XX secolo e per esteso il rapporto tra l’Europa e i temi che la città incarna, lo scontro culturale, la guerra, l’esilio, la solidarietà, il dolore privato e la speranza” spiega Michel Frodon.

Gli episodi da nove minuti ciascuno partono dalla ricostruzione dell’attentato all’Arciduca d’Austria a firma di Kamen Kalev, per arrivare al presente ritratto da Ursula Meier tra un campetto di calcio e un cimitero, passando attraverso le note umoristiche di Cristian Puiu, che fotografa una coppia di mezza età a letto, alla vigilia di Natale che riflette su un libro del filosofo Hermann Graf Keyserling, facendo emergere tutti i pregiudizi tra i popoli.

Fanno da cornice le sequenze animate del celebre fumettista belga François Schuiten che da un fotogramma del corto di Godard, disegna mani che si cercano al di sopra di un fiume, allacciandosi e formando un ponte che brucia e risorge di nuovo.

L’avamposto di Leonardo Di Costanzo, documentarista di grande sensibilità nonchè regista del pluripremiato L’Intervallo, è liberamente ispirato al racconto La Paura di Federico De Roberto, l’autore de I Vicerè. Girato sulle montagne del Trentino, tra il massiccio del Pasubio e le trincee in Val di Gresta, il corto rievoca il dramma dei suicidi al fronte raccontando la storia di un soldato che su una montagna si rifiuta di andare verso morte certa come 4 commilitoni prima di lui.

Vincenzo Marra, autore di grande valore formatosi alla scuola del documentario, regista di Tornando a Casa e L’Ora di Punta per citare solo i più noti, si concentra invece sulle ferite profonde connaturate all’esperienza dell’esilio. Il suo episodio, Il Ponte, ambientato su un ponte romano, analizza le motivazioni per le quali una coppia da vent’anni in Italia ha molti dubbi sul tornare o meno a Sarajevo per il funerale del padre di lui.

I Ponti di Sarajevo fa parte del catalogo di distribuzione del Milano Film Network, ovvero, una selezione di opere che hanno riscontrato maggior successo di critica e pubblico nelle ultime edizioni dei sette Festival del Network. Un’offerta cinematografica variegata, per generi, stili, tematiche, nazionalità, che viene proposta a sale, cineclub, associazioni , istituzioni e a tutte le realtà interessate alla diffusione e promozione del cinema di qualità. Nello specifico, I Ponti di Sarajevo è stato presentato all’ultima edizione del Milano Film Festival.

A seguire il calendario delle prime uscite.

Per le prossime uscite consultare:
www.milanofilmnetwork.it

Milano Film Network è il progetto realizzato grazie al sostegno della Fondazione Cariplo che unisce l’esperienza e le risorse dei sette festival di cinema milanesi per offrire una proposta culturale lungo tutto l’anno e una serie di servizi per chi si occupa di cinema e audiovisivo a Milano e in Italia. Il network, nato da un’auto organizzazione dei sette festival di cinema della città di Milano – Festival del Cinema Africano d’Asia e America Latina, Festival MIX Milano, Filmmaker, Invideo, Milano Film Festival, Sguardi Altrove Film Festival, Sport Movies & Tv Fest – mira a includere non solo gli operatori del settore audiovisivo ma anche istituzioni e attori socio-economici, a riconoscimento della valenza del cinema in quanto forma d’arte ma anche settore produttivo che genera ricadute positive sul tessuto urbano.

CALENDARIO

Milano: Cinema Apollo anteprima 25 giugno (ore 21.00) con Leonardo Di Costanzo + tenitura dal 1° luglio

Perugia: Cinema Post Modernissimo dal 25 giugno

Saronno: Cinema Silvio Pellico 26 giugno (ore 20.45) con Leonardo di Costanzo

Udine: Cinema Visionario, programmazione a luglio

Roma: dal 2 luglio (in attesa di conferma della sala)

Il tour proseguirà a settembre in molte città italiane (le date e sale sono in costante aggiornamento su www.milanofilmnetwork.it), tra cui: Pordenone, Firenze, La Spezia, Pisa, Pavia, Pontremoli, Varese, Bologna (con proiezioni speciali per le scuole superiori).

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.