fbpx
Connect with us

EVENTI

MAMbo e Cineteca di Bologna presentano: “Fellini. Dall’Italia alla Luna” (dal 25 marzo al 25 luglio 2010)

Fellini. Dall’Italia alla Luna, curata da Sam Stourdzé, analizza la nascita e lo sviluppo del mito felliniano liberandosi dall’approccio cronologico per avvicinarsi al regista attraverso le sue ossessioni: quelle che lo hanno ispirato, il suo immaginario onirico, le scene, le location e i backstage dei film, l’iperproduzione iconografica della cultura popolare contemporanea.

Pubblicato

il

fellini
MAMbo
(via Don Minzoni, 14)

dal 25 marzo al 25 luglio 2010
da martedì a domenica: ore 10.00 – 18.30
giovedì: ore 10.00 – 22.00
lunedì: chiusura

inaugurazione: 24 marzo, ore 19.00 alla presenza di Emir Kusturica e Sergio Zavoli

Il 24 marzo si inaugura al MAMbo, proveniente da Parigi, dove è stata accolta da un grande successo, la mostra Fellini. Dall’Italia alla Luna, curata da Sam Stourdzé. Per cinque mesi, la Cineteca di Bologna assieme al MAMbo, riporteranno l’attenzione su questo straordinario artista oggi così dimenticato e la cui voce è tanto preziosa per illuminare il nostro opaco presente. Valerio Jalongo nel documentario sul cinema italiano, Di me cosa ne sai, chiede ai ragazzi di oggi assiepati davanti a Cinecittà, in attesa dell’uscita degli ‘eroi’ della TV, se sanno chi fosse Fellini. Occhi attoniti, poi una ragazzina urla: “Sì, io lo so! È il nome della scuola mia!… Ecco, questi cinque mesi vorrebbero andare in direzione contraria all’aria del tempo e affermare con forza tutta l’intelligenza, la bellezza, l’emozione, la cultura, la moralità, che sono contenute nell’opera di Fellini. La gioia di scoprirlo e riscoprirlo, più grande di quello che era parso ai suoi contemporanei, capace come nessun altro di raccontare la trasformazione antropologica dell’Italia: dalle strade sterrate dei suoi primi film, all’annuncio del boom, alla scoperta della psicoanalisi, all’Italia della televisione. Unica voce d’artista a protestare contro la devastazione dei suoi film operata dalle interruzioni televisive. Moltissimi saranno gli ospiti, collaboratori di Fellini, studiosi, artisti, intellettuali, amici. Iniziamo con Emir Kusturica che, la sera del 24 marzo, presenterà Amarcord.

Cultura popolare, Fellini al lavoro, La città delle donne e Invenzione biografica sono le principali aree tematiche del percorso espositivo, che si caratterizza per il coinvolgente impatto multimediale. All’interno sono visibili oltre 200 fotografie, 50 disegni autografi, 30 postazioni audio-video di cui 12 videoproiezioni, centinaia di documenti, estratti da riviste, locandine, manifesti, diapositive, copertine. Attraversando le sale, i visitatori avranno modo di prendere confidenza con i temi che hanno dato forma al lavoro del Fellini regista e che hanno affascinato il Fellini uomo: il circo, le caricature, i fotoromanzi, la donna nelle sue polimorfe incarnazioni, la ri-creazione della realtà a Cinecittà, l’ambivalenza del sentimento religioso, l’immaginazione che sfida la realtà, la psicanalisi e il sogno, la relazione con i media, la fascinazione per le riviste illustrate, il rifiuto per la televisione, l’invenzione delle parole. Particolare spazio è riservato alle immagini in movimento messe in rapporto dialettico con le immagini fisse: una serie di schermi e proiezioni presentano estratti e montaggi di lavori di Fellini, accanto a nastri di prova, scene tagliate, filmati e cinegiornali dell’epoca.

L’esposizione al MAMbo e le proiezioni sono strettamente correlate e per questo per tutto il periodo della manifestazione MAMbo e Cineteca propongono le seguenti agevolazioni:

– il biglietto d’ingresso alla mostra al MAMbo, esibito alla cassa del Cinema Lumière, dà diritto alla riduzione del prezzo di ingresso alla proiezioni della rassegna cinematografica dedicata a Fellini (5,00 Euro anziché 6,00). Questa modalità è valida anche per la serata al Cinema Arlecchino.

– il biglietto d’ingresso ad uno degli spettacoli della rassegna cinematografica dedicata a Fellini, esibito alla cassa di MAMbo, dà diritto alla riduzione sul prezzo d’ingresso alla mostra (4,00 Euro anziché 6,00)

Per informazioni e il programma completo:
Cineteca di Bologna

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.

Commenta