19° Milano Film Festival: Programma di Mercoledì 9 settembre

Gita in Svezia con Broken Hill Blues, un film sulle sedie in Concorso lungometraggi,Qualcosa di Alice del Maestro Švankmajer, Life in Paradise e Les Messagers per Colpe di Stato in collaborazione con Naga

 

CONCORSO LUNGOMETRAGGI

Ad aprire la giornata del Concorso lungometraggi Le sedie di Dio di Jérôme Walter Gueguem, dove Jérôme vuole fare un film che incarni i nostri tempi e la sempiterna crisi del presente: quale soggetto, dunque, migliore delle sedie, vero simbolo di ogni ragionamento semiologico, strumenti quotidiani di utile semplicità, incarnazione perfetta di ogni processo produttivo? (ore 20.30, Teatro Strehler). Si prosegue con l’appuntamento con il cinema messicano di Samuel Kishi Leopo che presenta il suo lungometraggio di esordio, Somos Mari Pepa, storia di un gruppo di giovani amici e della loro punk band dal nome Mari Pepa. Un omaggio del regista al suo quartiere e al passaggio delicato tra l’età dell’innocenza all’età dell’esperienza (ore 22.30, Triennale – Teatro dell’Arte).

CONCORSO CORTOMETRAGGI

Alle 15 largo ai cortometraggi con il Gruppo B (ore 15, Teatro Strehler), per proseguire alle 17 con Gruppo I (ore 17, Teatro Studio Melato). Alle 21 in programma il Gruppo G al Parco Sempione.

THE OUTSIDERS

Per i “fuori categoria” del festival in programma Corpo a corpo di Mario Brenta e Karine de Villers, girato nel corso dell’allestimento diOrchidee di Pippo Delbono, è il resoconto flagrante di un metodo di lavoro nel quale l’attore diventa autore e l’autore attore: Brenta e la De Villers seguono la vita della compagnia teatrale, sulla scena, dietro le quinte, in sala, in un intreccio di racconti che moltiplica i livelli, tra l’illusione della vita e quella del cinema (ore 22.30, Teatro Studio Melato).

COLPE DI STATO

Tra le rassegne più attese del Milano Film Festival, Colpe di Stato presenta Life Sentences di Nurit Kedar e Yaron Shani dove Nimer Ahmed, figlio del terrorista Fauzi al Nimer e di una donna ebrea, riunisce in sé due identità e due storie inconciliabili. La sua sofferta ribellione – né emblema né vittima del conflitto – culmina con la partecipazione al film e con un ultimo estremo incontro col padre (ore 15, Teatro Studio Melato). Si prosegue con Life in Paradise del regista svizzero Roman Vital, che racconta di Valzeina, luogo idilliaco dove il governo svizzero ha installato un centro di deportazione per richiedenti asilo. Un paradiso dai delicati equilibri, compromessi dall’arrivo degli ospiti, una cesura tra le comunità gestita con la precisione chirurgica che viene dalla fede cieca nell’istituzione (ore 19, Spazio Oberdan). Infine, in programma Les Messagers di Hélène Crouzillat, presentato a Cinéma du Réel 2014, film sui corpi dei migranti e sui “Messagers”, depositari della memoria di chi scompare, in collaborazione con Naga (ore 21, Spazio Oberdan).

BUON COMPLEANNO, MR. ŠVANKMAJER!

Realizzato in collaborazione con il Centro Ceco di Milano, è un importante tributo all’opera di Jan Švankmajer, una delle figure più rivoluzionarie del cinema e dell’arte contemporanea, nei giorni del suo ottantesimo compleanno, attraverso la proiezione di una parte del suo corpus cinematografico, dalle prime produzioni che utilizzano materiale dal vero alle astrazioni più raffinate di arte tattile, dai lungometraggi della maturità ai cortometraggi d’esordio. In programma una selezione di cortometraggi che comprendono il periodo sperimentale e i lavori animati più noti, oltre al suo lungometraggio più amato: Qualcosa di Alice (ore 15, Spazio Oberdan).

 ESPERIMENTO: EUROPA. 1914-1989-2014

A 25 anni dalla caduta del muro di Berlino, del sistema ideologico che lo aveva eretto e delle sovrastrutture che erano state prodotte, si registra l’emergere di un interesse a riprendere un discorso su quel periodo storico tra i cineasti delle due generazioni precedenti. Il focus presenta The Bucuresti Experiment (ore 17, Spazio Oberdan)

Le sedie di dio

EVENTO VISITSWEDEN – La Svezia è presente anche quest’anno al Milano Film Festival con l’anteprima del film Broken Hill Blues di Sofia Norlin, che verrà presentato in collaborazione con VisitSweden, per il terzo anno partner del festival, al Teatro Studio Melato martedì 9 settembre alle ore 20.30, alla presenza dell’attrice  Nel corso della serata un VJ set e Dj set live della resident Vj/Dj del Berns, uno dei locali notturni più in voga a Stoccolma, Frida Vega, che si esibirà insieme a Matteo Perry alle ore 23 in Piazza del Cannone, nel cuore del Parco Sempione.

VIDEO ESPANSO

Milano Film Festival compie un giro panoramico attraverso le più recenti evoluzioni del video musicale degli ultimi due–tre anni; dalla web art, al cortometraggio narrativo, dall’interactive video, alla performing art. Ci sono registi che sono partiti dal videoclip per passare al cinema come Spike Jonze e Michel Gondry, alcuni che fanno il loro saltuario ed eterno ritorno al piccolo schermo come Sofia Coppola, Romain Gavras e Gaspar Noè. In collaborazione con Wired.

In programma OLTRE LO SPECCHIO, che ci racconta come l’estetica del videoclip abbia raggiunto un’autorità e autonomia tale da divenire un grande ricettacolo dell’immaginario audiovisivo: attinge dal cinema, dalla videoarte, dal videogioco e dall’arte elettronica (ore 20.30, Scatola Magica).

VERNIXAGE

Per il quarto anno consecutivo verniXage, a cura di Davide Giannella, prova a indagare le aree interstiziali tra il sistema dell’arte contemporanea e quello del cinema. In programma Tonight and the People (2013) di Neil Beloufa, presentato al Festival di Rotterdam 2014, dove in un Far West immaginario, cowboys stereotipati, attivisti, hippies celebrano i valori del 21esimo secolo, prima che arrivi l’Apocalisse (ore 20, Triennale – Teatro dell’Arte).

MYMOVIES – Sei lungometraggi del Concorso formano il ricco programma della Sala Web della 19a edizione del Milano Film Festival, che torna per il terzo anno consecutivo, ogni sera su MYMOVIESLIVE!. Martedì 9 settembre alle 21.30 in programma Come To My Voicedi Huseyin Karabey.

EVENTI SPECIALI

Civica Scuola di Cinema al Milano Film Festival – Festa della Scuola (martedì 9 settembre ore 17, Teatro Strehler). Come è consuetudine per la Civica si festeggia al Milano Film Festival soprattutto guardando film, mostrando in anteprima i lavori più significativi dell’anno scolastico appena conclusosi. Ingresso libero.

SEVEN, i film del Milano Film Network – ll Milano Film Network distribuisce le opere che hanno riscontrato maggior successo di critica e pubblico durante i sette Festival del Network, rilanciandole nel circuito nazionale. Al Milano Film Festival speciale proiezione dei primi 7 film del catalogo. In programma La via del ring di Daniele Azzola, testimonianze, allenamenti e preparazione di campioni internazionali che si intrecciano con storie che hanno come protagonista la passione per il pugilato. Guirlande d’Honneur Sport Movies & Tv Fest 2010 (ore 17, Scatola Magica),

INCONTRI

Alle 18 in Sala Eurolab -Teatro Strehler, in programma l’incontro GLI ALTRI OTTANTA con Livia Satriano, Philopat e Fabio De Luca. Ingresso libero.

LIVE FROM MFF

Proseguono gli imperdibili appuntamenti di Parklive 2014Dalle 18:30 MiLadalle 19:30 The Black Beat Movement. Ingresso libero.

JAZZ SET

Ogni sera sul Sagrato del Teatro Strehler a partire dale 19 si alzeranno note jazz: a suonarle saranno alcuni allievi dei Civici Corsi di Jazz – Fondazione Civica Scuola di Musica Claudio Abbado.

L’appuntamento è dal 4 al 14 settembre 2014; per tutti gli aggiornamenti è sempre consultabile il sito www.milanofilmfestival.it

Milano Film Festival è una produzione esterni*

*esterni è un’impresa culturale che dal 1995 progetta spazi pubblici, disegna servizi per piccole e grandi comunità, promuove e realizza eventi di aggregazione, sviluppa campagne di comunicazione necessaria e partecipata. Lavora con enti pubblici e privati in Italia e all’estero, condividendo competenze, progetti e risorse.

www.esterni.org

Milano Film Festival è socio fondatore di Milano Film Network (MFN), un progetto realizzato grazie al contributo di Fondazione Cariplo che mette in rete 7 festival milanesi, per offrire una proposta culturale lungo tutto l’anno e alcuni servizi per chi si occupa di cinema.

Ne fanno parte il Festival del Cinema Africano d’Asia e America Latina, Festival MIX Milano, Filmmaker, Invideo, Milano Film Festival, Sguardi Altrove Film Festival, Sport Movies & Tv Fest.

www.milanofilmnetwork.it

Ufficio stampa MFF

Francesca Gerosa_+39.340.2350215_francesca@milanofilmfestival.it

Valentina Calabrese_+39.338.3905642_valentina.calabrese87@gmail.com

Utlima modifica: 8 Settembre, 2014



Condividi