fbpx
Connect with us

RUBRICHE

La Paola Cortellesi di Verdone in dvd per Filmauro

Segnali dall’universo digitale. Rubrica a cura di Francesco Lomuscio

Publicato

il

Nelle nostre sale cinematografiche, a due anni dal riuscito Posti in piedi in Paradiso, abbiamo avuto modo di vederlo nel Febbraio 2014, distribuito dalla stessa Filmauro che lo rende ora disponibile per il mercato dell’home video digitale con sezione extra rappresentata da teaser, trailer, sei scene eliminate, quattro spot televisivi, quattro minuti di papere, quindici di backstage ed un breve speciale.

Ventiquattresimo lungometraggio destinato al grande schermo diretto dal comico Carlo Verdone,Sotto_una_buona_stella Sotto una buona stella apre all’insegna del dramma, in quanto abbiamo in scena lo stesso regista impegnato a concedere anima e corpo al ricco uomo d’affari Federico Picchioni che non solo viene al corrente del decesso della ex moglie, ma si ritrova anche improvvisamente senza lavoro.

Una situazione che, vedendolo non più in grado di pagare l’affitto della casa in cui vivono i propri figli, lo costringe ad accoglierli nel suo appartamento, dove tutt’altro che bene si rapportano con Gemma alias Eleonora Sergio, nuova compagna dell’uomo, mentre le occasioni per spingere lo spettatore a sprofondare in sane risate sono proprio dietro l’angolo.

Perché non tarda ad entrare in scena neppure la mai disprezzabile Paola Cortellesi nei panni della tanto rumorosa quanto simpatica vicina di casa Luisa, donna spiritosa e piena di buon senso destinata ad instaurare un certo rapporto di complicità con i ragazzi interpretati da LorenzoIl terzo tempoRichelmy e TeaIo e teFalco di “Io e te” (2012), il primo aspirante cantautore, la seconda aspirante scrittrice con figlia di colore a carico.

Anche se, al di là dei momenti che la vedono protagonista, a regalare sano divertimento provvedono, tra l’altro, scambi di carrozzine, audizioni per musicisti, una sequenza che si svolge durante un matrimonio e, addirittura, pitoni in agguato.

Per non parlare di un assurdo reading di poesie, destinato a sfruttare quella romanità cui, da sempre, l’autore di Bianco, rosso e Verdone e Compagni di scuola ritaglia almeno un piccolo spazio nel corso delle proprie pellicole (a tal proposito, non possiamo dimenticare di segnalare qui la presenza dello Stefano Ambrogi di Febbre da cavallo-La mandrakata e del Lorenzo Renzi della serie televisiva Romanzo criminale).

Quindi, chiamate gli amici e preparate il dvd all’interno del lettore, perché Mr. Borotalco è tornato dietro la macchina da presa per sfornare un’operazione sicuramente capace di intrattenere a dovere lo spettatore e di lasciarlo pienamente soddisfatto… sebbene, come di consueto, non dimentichi neanche quel certo retrogusto di amarezza, tirando in ballo, quando necessario, poco positivi aspetti sociali come, per esempio, la fuga dei giovani da una Italia sempre più arida, egocentrica e, di conseguenza, in preda alla depressione.

Francesco Lomuscio

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.

Commenta