Bomber

bomber

 

Anno: 2009

Nazionalità: Regno Unito

Durata: 84’

Genere: Commedia

Regia: Paul Cotter

Produzione: Paul Cotter e Maureen Ryan per Boris Films

Distribuzione: Distribuzioni Indipendenti

Poliedrico autore e regista inglese, Paul Cotter, che ha realizzato con successo cortometraggi e spot pubblicitari, drammi teatrali e radiofonici, firma, con Bomber, il suo primo, brillante lungometraggio, rigorosamente low budget. La storia, in parte autobiografica, racconta il viaggio surreale verso la Germania di una coppia ottantenne (Alistair e Valerie), accompagnata, suo malgrado, dal figlio trentenne, Ross, preoccupato che gli anziani genitori non siano in grado di badare a se stessi. In realtà durante il viaggio apparirà chiaro come sia proprio il figlio, nevrotico, immaturo e dipendente, ad avere bisogno delle cure e della presenza dei genitori, una caustica coppia molto ‘british’. Il padre di Ross, ex pilota della Raf, ha il preciso obiettivo, giunto a destinazione, di scusarsi con gli abitanti del villaggio tedesco da lui bombardato per errore durante la Seconda Guerra Mondiale; la madre, invece, vuole assolutamente passare per Varsavia dove c’è un negozio che realizza scarpe artigianali fatte a mano; Ross, infine, indeciso su cosa fare della sua vita, litiga con la fidanzata Leslie che lo vorrebbe a casa sempre disponibile ad aiutarla. Il film, mettendo in evidenza con grande ironia le difficoltà intergenerazionali che ogni famiglia si trova ad affrontare, rispetto alle scelte di vita ed alle differenze di mentalità, abitudini e relazioni, costruisce situazioni-limite divertenti e grottesche, dando vita a personaggi credibili e quotidiani, che si trovano a fare i conti col passato (per poi ritrovarsi), nei quali è possibile identificarsi e le cui storie possono tranquillamente somigliare a quelle vissute dai nostri vicini ed amici, o da noi stessi. Molto ben scelti, ed abili a interpretare i vari ruoli, gli attori: Shane Taylor (Ross), Benjamin Whitrow (Alistair), Eileen Nicholas (Valerie), Sara Kessel (Leslie). Vincitore di 12 premi come miglior film, miglior regista e migliori attori in festival di tutto il mondo, Bomber ha trovato un’accoglienza più calorosa in Nord America – dov’è stato distribuito dalla Film Movement – che non in Gran Bretagna. ‘Credo che nel mio Paese – afferma il regista – vadano meglio, in questo momento, le commedie romantiche o i drammi storici. Negli Stati Uniti, invece, sembra quasi ci sia un’inversione di tendenza e molti si stanno avvicinando al cinema europeo. Il mio film non ha molte scene d’azione, perché quando non si hanno soldi, bisogna basarsi su situazioni non troppo dinamiche e curare soprattutto i dialoghi. Ma credo sia valsa la pena di lavorare su una storia in cui tutti possono riconoscersi’. In Italia il film è distribuito dalla ‘Distribuzione INDIpendente’, una realtà distributiva libera – fondata nel giugno 2011 (da Giovanni Costantino, Alessandra Sciamanna e Daniele Silipo) con lo scopo di dare visibilità al cinema indipendente, d’autore e di genere, spesso sconosciuto al grande pubblico – che offre un passaggio nelle sale del suo Circuito di diffusione (Cineclub, Cinecircoli, Cinema d’essai e Associazioni Culturali), creato appositamente in alternativa a quello dei grandi multisala.

 Elisabetta Colla

 

Utlima modifica: 20 Aprile, 2013



Condividi