fbpx
Connect with us

MEDFILM FESTIVAL

‘Le gang des bois du temple’ La classe popolare e il principe

'Le gang des bois du temple' è un film crudo e realistico ma con un pizzico di speranza.

Pubblicato

il

Le gang des bois du temple

Le gang des bois du temple è un film francese del 2022 diretto dal regista franco-algerino Rabah Ameur-Zaïmeche. Presentato in concorso al MedFilm Festival.

Leggi il programma completo del festival qui.

Cast e sinossi

Le gang des bois du temple ha due protagonisti: la banda, formata da diversi uomini (Philippe Petit, Kenji Meunier, Salim Ameur-Zaïmeche, Kamel e Rida Mezdour, Nassim Zazoui e Sylvain Grimal) e Pons, interpretato da Régis Laroche, un ex militare e amico degli uomini della banda. L’antagonista del film è un principe, interpretato da Mohammed Aroussi.

Una gang rapina il furgone di un ricco principe arabo. Il colpo va secondo i piani ma un investigatore del principe si mette sulle sue tracce. 

La narrazione circolare di Le gang des bois du temple

Il film si apre con la morte della madre di Pons (Régis Laroche). Assistiamo al funerale e al dolore dell’ex militare ma poi l’occhio di bue si sposta da Pons e ci presenta i membri della banda e la loro fruttuosa rapina. Verso la fine del film il focus torna su Pons, il quale pone fine al racconto. La narrazione del film quindi è circolare: si apre e chiude con due inquadrature molto simili di Pons sul terrazzo del suo appartamento mentre guarda il quartiere dall’alto.

Le gang des bois du temple

Pons, Régis Laroche

L’empatia

Le gang des bois du temple è un film che sta dalla parte della banda. Entriamo in simpatia con i membri del gruppo: li vediamo nelle azioni quotidiane, insieme alla loro famiglia; ci confessano i loro sogni e desideri, sono delle persone normali. Invece il principe parla raramente ed è avvolto nella sua estrema ricchezza, agli antipodi rispetto alle inquadrature del quartiere popolare. I sicari del principe sono uomini che non parlano, non hanno un volto e non hanno alcuna pietà. Perciò è impossibile entrare in empatia con il principe o i suoi uomini. 

Il film si ispira a un fatto di cronaca: il furto del 2014 al camion di un principe che si dirigeva verso un aeroporto e all’omicidio del giornalista Jamal Khashoggi. È critico nei confronti delle elite che trattengono gran parte della ricchezza ed empatizza con i sogni delle classi popolari. 

Il trailer di Le Gang des Bois du Temple

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.

Le Gang des Bois du Temple

  • Anno: 2022
  • Durata: 112 minuti
  • Distribuzione: Les Alchimistes
  • Genere: Drammatico
  • Nazionalita: Francia
  • Regia: Rabah Ameur-Zaïmeche