fbpx
Connect with us

FESTIVAL DI CINEMA

Mostra Internazionale del cinema di Bracciano: 2-3 settembre

Al via la seconda edizione del MICB23, che anche quest'anno propone un interessante e variegato programma di opere: cortometraggi (finzione, animazione, sperimentali), lungometraggi e videoclip.

Pubblicato

il

Mostra Internazionale del Cinema di Bracciano

La Mostra Internazionale del Cinema di Bracciano (MICB23) giunge alla seconda edizione, dopo la prima acclamata edizione. L’appuntamento è per il 2 e 3 settembre 2023 nel meraviglioso borgo di Bracciano. Quest’anno saranno due i luoghi che ospiteranno l’evento: i Giardini del Lago e l’Archivio Storico.

La Mostra, organizzata dall’associazione di promozione sociale Gasp, dal collettivo Papermoon – cinema dalla carta alla luna e da Cultura Movens, è patrocinata dal Comune di Bracciano e dal Comune di Oriolo Romano.

Sono 26 le opere selezionate tra 518 film da 49 Paesi del mondo. Una selezione internazionale proveniente da Libano, Bulgaria, Macedonia, Bosnia Erzegovina, Iran, Islanda, Cina, Italia, Belgio, Croazia, Olanda, Portogallo, UK, Francia, Svizzera, Turchia.

Gli organizzatori:

Un giro del mondo in 26 film, incantevoli e delicati o duri e necessari. Sfere di vetro contenenti i tempi che corrono. Che corrono, spesso, troppo veloci per poterli afferrare”

 

Mostra internazionale del cinema di Bracciano 2023: proiezioni, incontri con gli autori, le giurie

Anche quest’anno, nel corso delle due giornate, si alterneranno proiezioni e incontri con gli autori e le autrici. I pomeriggi all’Archivio Storico (dalle 16:00 alle 18:30) saranno dedicati ai film sperimentali e di animazione, le serate ai Giardini del Lago (dalle 20:30 alle 24:00) vedranno protagoniste le opere di finzione e i documentari.

Inoltre, dalle ore 16:00, ai Giardini del Lago, ospiteremo gli stand espositivi di artigianato e produzioni locali.

Le opere in concorso saranno valutate da una Giuria composta dalla Professoressa Stefania Parigi (docente di storia, teoria e critica del cinema presso l’Università degli Studi Roma Tre); Edgardo Pistone (regista e sceneggiatore), Silvia Moras (docente e ricercatrice), e Roberto Baldassarre (storico e critico del cinema).

Inoltre tutta la cittadinanza verrà coinvolta nell’evento: oltre ai premi della Giuria tecnica ci sarà, infatti, il Premio assegnato dalla Giuria Giovani, composta dagli studenti e dalle studentesse dei Licei di zona, e il Premio della Giuria Popolare.

L’ingresso alla Mostra è gratuito fino a esaurimento posti.
Tutte le informazioni sul sito: https://mostracinemabracciano.com/

La selezione ufficiale e il programma del MICB23

Tutte le opere sono sottotitolate in italiano

 

2 SETTEMBRE

16:00/18:30: Archivio Storico (Piazza Giuseppe Mazzini, 5, Bracciano)

La Mostra va alla guerra

ANIMAZIONI

Io di Antonio Michele Stea (Italia 7’)

Pina di Jeremy Depuydt e Giuseppe Accardo (Belgio, 20’)

 

SPERIMENTALI

Postcards from Mostar creato da Maja Zećo, Asad Herić e Roman Stolyar (Bosnia Erzegovina, 11’)

Horror Vacui di Boris Poljak (Croazia, 24’)

Neighbour Abdi di Douwe Dijkstra (Olanda, 28’)

 

VIDEOCLIP

The end of the world di  Marco Locurcio e Stefano Cinti (Belgio, 4’)

 

20:30/24:00: Giardini del Lago (Via del Lago, Bracciano)

Succedono le età

FINZIONE

Idris di Bachir Abou Zied (Libano, 15’)

At a Glance di Ruud Satijn (Olanda, 16’)

Old Tricks di Edoardo Pasquini e Viktor Ivanov (Italia/Bulgaria, 6’)

North Pole di Marija Apcevska (Macedonia, 15’)

 

DOCUMENTARIO

Land of upright people di Christian Carmosino Mereu (Italia, 104’)

 

3 SETTEMBRE: 

16:00/18:30: Archivio storico (Piazza Giuseppe Mazzini, 5, Bracciano)

 

ANIMAZIONI

Garrano di Vasco Sá e David Doutel (Portogallo, 14’)

Shan Shan di Shen Gao (Cina/UK, 3’)

Dear Animal di Younes Kafashian (Iran, 9’)

 

Stranger Films

 

SPERIMENTALI

TargeT di Alix Delmas (Francia, 11’)

Alétheia di Eleonora Cutini (Italia, 11’)

Anaklia di Elisa Baccolo (Italia, 6’)

Where the sun sleeps di Pablo Dury (Francia, 39’)

 

20:30/24:00: Giardini del Lago (Via del Lago, Bracciano)

 

The man who sold the world

 

FINZIONE

Fairplay di Zoel Aeschbacher (Francia/Svizzera, 17’)

Wall, the wall di Yusuf Ölmez (Turchia, 16’)

FÁR di Gunnur Martinsdóttir Schlüter (Islanda, 5’)

Le Roi David di Lila Pinell (Francia, 40’)

 

VIDEOCLIP

Il disertore di Antonio Vezzari (Italia, 4’)

 

Premiazione delle opere vincitrici

Scrivere in una rivista di cinema. Il tuo momento é adesso!
Candidati per provare a entrare nel nostro Global Team scrivendo a direzione@taxidrivers.it Oggetto: Candidatura Taxi drivers