fbpx
Connect with us

VIDEODRHOME

Edizione 4K Ultra HD+blu-ray per Men di Alex Garland

Limited edition in home video per Men di Alex Garland.

Pubblicato

il

Terzo lungometraggio diretto dal londinese classe 1970 Alex Garland, Men approda in home video grazie alla collaborazione tra Plaion pictures e Lucky red. Una limited edition Midnight Factory che, con booklet incluso nella confezione, dispensa il film sia in formato 4K Ultra HD che su supporto blu-ray. Quest’ultimo accompagnato nella sezione extra dal trailer italiano e da dodici minuti di intervista al regista, che ricordiamo sceneggiatore dello zombie movie 28 giorni dopo.

Regista che, dopo i fantascientifici Ex Machina e Annientamento , si dedica stavolta ad una vicenda maggiormente legata all’horror.

La vicenda della Harper incarnata da un’ottima Jessie Buckley, reduce da una tragedia personale. Tragedia che la spinge a cercare di trovare nella solitudine della campagna inglese un luogo dove curare il proprio dolore. Infatti, nella circa ora e cinquanta di visione dai dialoghi ridotti all’osso è completamente sola che ci viene mostrata vagante nella natura. Fino al momento in cui si rende conto di essere seguita da un individuo totalmente nudo. Un’apparentemente bizzarra circostanza che, invece, si rivelada subito un’inquietante minaccia.

L’inquietante minaccia destinata a materializzarsi in maniera progressiva per trascinare la donna in un incubo abitato dai suoi ricordi e dalle proprie paure più oscure. Incubo che Garland confeziona privilegiando una lenta evoluzione narrativa immersa in una sinistra atmosfera. Un’atmosfera a suo modo rievocante quelle di determinate pellicole dell’orrore britanniche sfornate tra gli anni Sessanta e Settanta.

Man mano che ad accentuare il generale clima di follia provvede un Rory Kinnear calato nei panni di più personaggi che la protagonista incontra.

Dal proprietario dell’abitazione in cui alloggia ad un pastore della chiesa, passando per un poliziotto. E, come dichiarato dall’autore stesso, sebbene la tematica principale affrontata sia quella della mascolinità tossica, Men non si presta ad una vera e propria unica lettura. Tanto che essa, tra più o meno grandi violenze e rimorso, è sicuramente presente nella storia raccontata. Ma a tratti intuibile anche quale probabile conseguenza di alcuni comportamenti femminili. Mentre a rendere accattivante il comparto visivo contribuiscono sia fugaci e impressionanti immagini splatter che inaspettate, atipiche sequenze di parto. Sequenze che trasportano Men quasi dalle parti di un body horror di David Cronenberg. Disponibile nello store Fan Factory.

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.