fbpx
Connect with us

ROME INDEPENDENT FILM FESTIVAL

‘Reginetta’ il terribile processo di trasformazione fisica di una giovane aspirante a Miss Italia

Reginetta, cortometraggio di Federico Russotto, presentato in concorso alla 37ª Settimana Internazionale della Critica nell’ambito della 79ª Mostra del cinema di Venezia., è ora al RIFF 2022

Pubblicato

il

reginetta

Il cortometraggio del giovane regista Federico Russotto, Reginetta, rappresenta il saggio finale di diploma presso il Centro Sperimentale di Cinematografia.

Presentato alla Settimana Internazionale della Critica, nell’ambito della 79ª Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia il corto è ora al RIFF 2022.

La trama di Reginetta

Reginetta è ambientato nelle campagne assolate della Ciociaria dei primi anni Cinquanta. Qui vive Lisetta (Chiara Ferrara), giovane contadina che lavora i campi insieme alla propria famiglia, braccianti che vivono una vita misera e abitano in una stalla senza nessuna prospettiva di miglioramento.

Quando arriva Achille (Mario Pirrello), un procacciatore di bellezze da selezionare per Miss Italia, in loro si accende la speranza di poter far partecipare al concorso la ragazza, permettendo così a Lisetta di ripercorrere il cammino che ha portato la Gina Lollobrigida, che campeggia sul manifesto che Achille srotola loro di fronte, a diventare una ricca e affermata star del cinema.

Tuttavia, nonostante l’indubbia bellezza di Lisetta, le sue forme non corrispondono esattamente ai canoni estetici richiesti. Inizia quindi per lei un calvario di torture mirato al raggiungimento della perfezione richiesta e impostole dai familiari, in un crescendo di ferocia e accanimento nella vana illusione di potersi finalmente affrancare dalla miseria.

Con abilità il film mescola toni che vanno dal grottesco all’orrorifico

Reginetta, scritto da Mattia Caprilli, Francesca Nozzolillo e dallo stesso regista, è un film che mescola toni grotteschi ad altri che tendono, per certi versi, all’horror. In un contesto di meschinità e ignoranza che rappresenta il substrato adatto a far esplodere tutta la ferocia umana possibile, nell’effimera illusione di un riscatto da una vita di stenti.

Federico Russotto, che con il suo precedente corto, L’avversario, ha vinto nel 2021 la menzione speciale della giuria ad Alice nelle città, conferma con Reginetta le sue buone qualità registiche.

Al di là di qualche piccolo schematismo nel raffigurare la campagna italiana del tempo, il giovane regista impone al film un ritmo incalzante, in un crescendo orrorifico che porta la povera Lisetta, sottoposta a un agghiacciante processo di trasformazione del proprio fisico, a essere sacrificata come un Cristo in croce sull’altare del denaro e della fama.

Un buon cortometraggio che mette anche in mostra le doti recitative di Chiara Ferrara, giovane attrice teatrale che ha esordito nel cinema con una piccola parte nel Tv Movie Rinascere di Umberto Marino, sulla vicenda dello sfortunato nuotatore Manuel Bortuzzo.

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.

Reginetta

  • Anno: 2022
  • Durata: 20'
  • Distribuzione: Rai Cinema
  • Genere: Cortometraggio
  • Nazionalita: Italia
  • Regia: Federico Russotto