fbpx
Connect with us

DIRETTE EVENTI & FESTIVALS

‘Fara Film Festival 2022’, al via la terza edizione

Dal 20 al 24 luglio, nel prezioso borgo medievale di Fara in Sabina, ci sarà la III edizione del festival che, oltre a un ricco cartellone cinematografico, offrirà ai visitanti anche la possibilità di conoscere la cittadina e la sua cultura.

Pubblicato

il

Fara Film Festival 2022

Dal 20 al 24 luglio a Fara in Sabina si svolgerà la terza edizione del Fara Film Festival, ideato da Riccardo Martini, Presidente della Martini Eventi, e con la Direzione artistica di Daniele Urciuolo, produttore dell’Alfiere Productions. La kermesse avrà luogo totalmente all’aperto, tra Palazzo Martini, Piazza Duomo e Piazza Garibaldi. L’ingresso è gratuito e ogni giorno il festival prenderà avvio a partire dalle 17:30.

Le due precedenti manifestazioni hanno avuto ottimi riscontri di partecipazione, creando già una certa fidelizzazione tra gli appassionati di cinema e gli addetti ai lavori, e questa terza edizione non vuole essere da meno. Anzi, come si può facilmente evincere dal cartellone, al pubblico sarà offerta una ricca e variegata programmazione durante i cinque giorni.

La particolarità del festival è quella di proporre quotidianamente, al proprio interno, differenti eventi: un corposo concorso di cortometraggi; incontri serali con alcuni protagonisti del cinema italiano; 5 proiezioni notturne, enogastronomia tipica della Sabina; tre omaggi a star italiane del passato; 3 performance artistiche (musica e danza).

Proposte che rendono omaggio tanto al cinema del presente e del passato, quanto al territorio, attraverso la rinomata gastronomia e le bellezze medievali della cittadina, abbracciata da due splendide aree naturali (la Riserva di Nazzano e Aceretum La Cianfronara).

I presentatori/moderatori delle serate saranno: Renzo Di Falco (conduttore radiofonico), Giorgia Fiori (attrice), Andrea Venditti (IPC International), Emanuele Rauco (selezionatore Festival di Venezia), Fabiola Dalla Chiara (attrice), Agata Fortis (attrice), Ilenia Cavaliere (giornalista) e Gianluca Chiadroni (presentatore).

Il concorso dei cortometraggi

Al concorso parteciperanno ben 36 opere, ripartite in quattro sezioni: corti italiani, corti internazionali, a tematica sociale e d’animazione. La giuria, composta da 8 giurati, è così formata: Eleonora Giorgi (Presidente onorario), Chiara Del Zanno (giornalista), Maurizio Rigatti (regista), Elisabetta Pellini (attrice), Alessandro Parrello (regista e produttore), Eleonora Farneti (referente rassegna cinematografica “Parliamo di donne”), Niccolò Gentili (attore, sceneggiatore e regista), Serena Tateo (sceneggiatrice).

Tutte le proiezioni avverranno a Palazzo Martini, intorno alle 17:30. Eleonora Giorgi incontrerà il pubblico giovedì 21 luglio, mentre gli altri giurati parteciperanno e interagiranno singolarmente durante gli altri incontri serali.

Fara Film Festival 2022

Gli incontri con il pubblico

Ogni sera, intorno alle 20:00 a Piazza Garibaldi, prima della proiezione del film, ci sarà l’incontro con il pubblico, in cui le ospiti saranno intervistate e il pubblico potrà interloquire con loro.

Inaugurano il Red Carpet Ricky Tognazzi e Simona Izzo mercoledì 20, per ricordare/omaggiare Ugo Tognazzi, che quest’anno avrebbe festeggiato 100 anni. Nella medesima serata, sarà presente anche il piccolo Federico Ielapi, vincitore del Premio Guglielmo Biraghi per la sua lodevole performance in Pinocchio (2019) di Matteo Garrone.

Giovedì 21, oltre alla già citata Eleonora Giorgi, sul palco saranno presenti Andrea Roncato e Francesco Pannofino. Venerdì 22, dentro l’omaggio alla magnifica Monica Vitti, scomparsa il 2 febbraio 2022, sarà la volta dei belli Riccardo Scamarcio e Anna Safroncik, mentre sabato 23 presenzierà Giancarlo Giannini, che rievocherà la sua carriera e il fecondo rapporto lavorativo con Lina Wertmüller, scomparsa il 9 dicembre 2021.

Infine, domenica 24 sarà la volta di Umberto Smaila, musicista, comico e finanche regista (Italian Boys – Liberate la scimmia, 1982), tra i fondatori del gruppo I gatti di vicolo miracoli.

Le proiezioni

Verso le 21:30, ci saranno le proiezioni. Ogni sera un film attinente al tema dell’incontro. Mercoledì verrà proiettato La voglia matta di vivere (2022) di Ricky Tognazzi, documentario con cui il figlio rende omaggio al grande Ugo, attraverso spezzoni d’archivio e interviste ai personaggi che lo hanno conosciuto.

Giovedì è la volta di Selfimania (2021) di Francesco Colangelo, Elisabetta Pellini, Elly Senger-Weiss e Willem Zaeyen. Istant movie episodico sulla mania spasmodica di farsi selfie, a qualsiasi età, nel cast anche Andrea Roncato e Milena Vukotic. La regista Pellini sarà anch’essa presente all’incontro con il pubblico, oltre ad essere uno dei giurati del concorso dei cortometraggi.

Venerdì ci sarà Io che amo solo te (2015) di Marco Ponti e con Riccardo Scamarcio, pellicola tratta dall’omonimo romanzo di Luca Bianchini. Mentre sabato verrà proiettato Pasqualino Settebellezze (1975) di Lina Wertmüller, pellicola che fu candidata a ben quattro Oscar (regia, miglior film straniero, miglior attore protagonista e miglior sceneggiatura originale).

In chiusura, domenica 24, Troppa famiglia (2021) di Pierluigi Di Lallo, commedia, con qualche risvolto amaro, sul Covid-19 e il Lockdown. Nel variegato cast, che comprende tra gli altri  Ricky Memphis e Antonello Fassari, c’è Daniela Giordano, anche co-sceneggiatrice e presente all’incontro con il pubblico. Musiche di Umberto Smaila.

Le performance artistiche

Imperdibili le tre performance che si svolgeranno tra venerdì e sabato, e vanno a corroborare un festival già ricco di proposte.

Venerdì si esibirà la giovane cantante pescarese Federica Pento, vincitrice di molti premi canori, e apparsa in molti programmi televisivi. I suoi video su Youtube hanno oltre 100.000 visualizzazioni. Sabato suonerà l’ensemble romano Andrea Pagani Trio, che presenterà brani propri e originali arrangiamenti jazz di note canzoni italiane. Infine, domenica i riflettori saranno puntati sullo spettacolo offerto dalla MB Dance Academy, scuola di danza (balli accademici, latini, classici, ecc.) sita a Passo Corese.

Intervista a Daniele Urciuolo, Direttore Artistico del Fara Film Festival

1)Qual è l’obiettivo di questa terza edizione?

L’obiettivo è sempre quello di fare meglio rispetto alle edizioni precedenti. Siamo giunti alla terza edizione e c’è ancora molto lavoro da fare ma stiamo crescendo piano piano.

2) Un ricco cartellone, tra film, corti e soprattutto ospiti importanti.
È stato difficile costruire questa terza edizione?

Molto difficile, con Riccardo Martini e il nostro staff ci stiamo lavorando da sei mesi circa, anche se gli ultimi tre mesi sono stati quelli più intensi. L’ultimo colpo del patron Martini è stato Riccardo Scamarcio, fiore all’occhiello di una manifestazione che offre tanta qualità agli amanti del cinema e non solo.

3) Quanti cortometraggi vi sono giunti? Qualche filmaker si era proposto anche con qualche lungometraggio?

Sono giunti oltre 300 cortometraggi da tutto il mondo, divisi in quattro categorie, cortometraggi italiani, stranieri, a tematica sociale e d’animazione. Quest’anno proietteremo 36 opere in concorso, 4 cortometraggi fuori concorso e 5 lungometraggi fuori concorso per un totale di 45 opere più due video tributi a Monica Vitti e Lina Wertmuller, oltre all’omaggio a Ugo Tognazzi.

4) Tanto cinema, ma anche aspetti radicati al territorio della Sabina. Ai turisti, oltre a seguire il festival, che piatto tipico consiglieresti e che monumento da vedere.
E’ tutto buonissimo, non c’è un piatto in particolare ma ai turisti che verranno a Fara in Sabina consiglio di assaggiare l’olio, che è una eccellenza gastronomica del territorio. Il borgo offre inoltre la possibilità di visitare monumenti da non perdere come il Duomo di Fara, il Museo civico archeologico, il Museo del silenzio e il Monastero delle Clarisse Eremite.

5) Molto bello anche l’aspetto artistico, tra eventi musicali e performance di danza. È una novità di quest’anno oppure anche delle edizioni passate?

In realtà già dalla prima edizione l’idea dell’ideatore Riccardo Martini è stata quella di creare un mondo magico e far vivere il borgo attraverso il cinema e non solo, con proiezioni, performance, spettacoli musicali e degustazioni enogastronomiche. Io come direttore artistico ho avuto la libertà di creare i contenuti di un’idea già vincente.

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.

Fara Film Festival - Il cinema sotto le stelle

  • Anno: 2022
  • Nazionalita: Italia