fbpx
Connect with us

VIDEODRHOME

In blu-ray Greta, il thriller di Neil Jordan

Interpretato da Chloë Grace Moretz e Isabelle Huppert, è in blu-ray Greta di Neil Jordan.

Publicato

il

È disponibile in blu-ray italiano, sotto il marchio Koch Media, Greta, produzione del 2018 diretta dall’irlandese Neil Jordan, regista de La moglie del soldato. Un thriller che, senza perdere tempo, trascina immediatamente lo spettatore nel vivo della vicenda raccontata già durante i titoli di testa. Quando la giovane Frances alias Chloë Grace Moretz trova una borsa su un sedile della metropolitana. Giovane provata dalla morte della madre e che, lavorante come cameriera, si rende conto che la vita a New York non è quella che sognava. Sentendosi sola e in difficoltà economiche sebbene viva insieme alla vivace coinquilina Erica, dal volto della Maika Monroe di It follows. Fino al momento in cui rintraccia la proprietaria dell’oggetto ritrovato, ovvero la ricca vedova suggerita dal titolo, interpretata da Isabelle Huppert. Vedova che, anch’ella solitaria, non tarda ad instaurare un vero e proprio legame d’amicizia con la ragazza, lasciando però presto emergere un inquietante lato oscuro. Tanto che il loro si trasforma in un rapporto morboso e dai risvolti molto pericolosi.

Man mano che apprendiamo che Greta non avrebbe certo sfigurato nel mini filone denominato “delitti menopausali” di Robert Aldrich. Il filone costituito da Che fine ha fatto Baby Jane? e Piano… piano, dolce Carlotta, per intenderci. Del resto, la Huppert incarna perfettamente una attempata personalità femminile disturbata, analoga proprio a quelle proposte in quei due classici e in alcuni capolavori hitchcockiani. Comparendo oltretutto improvvisamente, spesso sul fondo delle inquadrature, tanto da ricordare in parte il Michael Myers della serie Halloween, in parte una presenza spettrale.

Nel corso di quasi un’ora e quaranta di visione destinata a sfiorare di continuo l’horror, soprattutto nella sua fase conclusiva.

Quasi un’ora e quaranta che Jordan – che non dimentica neppure d’inserire nel cast il fido Stephen Rea – gestisce sfoderando una regia tipica dei vecchi cineasti. Una regia lineare e, proprio per questo, efficace nel rendere altamente coinvolgente quanto portato in scena. Con il momento di maggiore tensione individuabile nella sequenza in cui la citata Erica viene pedinata in strada dalla stalker. Il trailer italiano e interviste al regista e alle tre attrici arricchiscono ulteriormente il disco in alta definizione di Greta nella sezione extra.   

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.