fbpx
Connect with us

EVENTI

Apre la scuola di Documentario “Cesare Zavattini”

La Scuola di cinema documentario ‘Cesare Zavattini’ nasce come attività permanente sostenuta e promossa dai garanti della Fondazione Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico e dall’Associazione culturale Nova Skola, con il sostegno di Uil Web Tv e in collaborazione con l’Associazione culturale Apollo 11.

Publicato

il

La Scuola di cinema documentario ‘Cesare Zavattini‘ nasce come attività permanente sostenuta e promossa dai garanti della Fondazione Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico e dall’Associazione culturale Nova Skola, con il sostegno di Uil Web Tv e in collaborazione con l’Associazione culturale Apollo 11.

Il corso inizierà il 14 novembre, presso la sede della Fondazione (Via Ostiense, 106 – Roma).

La conferenza stampa di presentazione della Scuola avrà luogo Giovedì 13 Ottobre, alle ore 11:00, presso la sede della Fondazione (Via Ostiense, 106 – Roma).

Cesare Zavattini – oltre ad essere uno dei grandi nomi del neorealismo – è stato anche il più importante e geniale teorico del cinema documentario. Ha sempre assegnato alla formazione un ruolo centrale per dare vita a un “cinema altro” (cioè più libero, più creativo, più indipendente). Auspicava che lo studio dell’audiovisivo iniziasse fin dall’infanzia e poi trovasse la sua più alta compiutezza in forme laboratoriali di ricerca e sperimentazione: è anche in questa prospettiva che si impegnò nella fondazione dell’Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico e ne fu il primo presidente per molti anni.

Dall’incontro con registi, produttori e professionisti del settore (molti dei quali negli anni hanno collaborato assiduamente con l’Archivio), è nata la volontà di aprire una Scuola di cinema documentario in grado di fornire agli studenti sia una professionalità tecnica da offrire sul mercato sia gli strumenti culturali necessari alla formazione di uno sguardo consapevole, attraverso cui leggere la realtà.

A partire dagli anni Novanta, ma soprattutto negli ultimi anni, il documentario di creazione ha riconquistato l’attenzione del pubblico. Scampato al regno dell’invisibile, si è via via introdotto nelle fantasie dei giovani. In tanti, e sempre di più, vorrebbero intraprendere la via del documentario. Tuttavia l’illusione di semplicità offerta dal facile utilizzo delle tecnologie digitali e l’enorme mole di immagini prodotte in questo momento storico rendono quanto mai necessaria una scuola del documentario, per la formazione di uno sguardo nuovo.

La Scuola Cesare Zavattini propone una formazione giovanile verso tutte le discipline del documentario, puntando ad una professionalità che offre al massimo prospettive di collocazione nel mercato del lavoro, combinando insieme specializzazioni ed interdisciplinarietà.

Gli studenti saranno seguiti da affermati professionisti del settore e coordinati da tutor. La cattedra di regia sarà affidata ad un maestro del documentario antropologico, quale è Luigi Di Gianni, e ad un giovane autore di rilievo quale Agostino Ferrente. Inoltre sono previsti numerosi incontri seminariali con grandi autori del cinema documentario italiano quali Vittorio De Seta, Ugo Gregoretti, Carlo Lizzani e anche con alcuni tra i registi più interessanti del documentario contemporaneo, quali Gianfranco Pannone, Paolo Pisanelli, Daniele Segre e Mimmo Calopresti.

Parte essenziale del percorso didattico sarà la creazione di un film documentario collettivo, all’interno del quale gli studenti si alterneranno nei diversi ruoli e mansioni che la realizzazione di un film richiede.

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.

Commenta