fbpx
Connect with us

VIDEODRHOME

In blu-ray il Troma movie Mother’s day

Mother's day di Charles Kaufman è disponibile su supporto in alta definizione.

Pubblicato

il

In lingua originale provvista di sottotitoli italiani, Mother’s day è disponibile in blu-ray nella collana Tromaland di Digitmovies. Una fondamentale riscoperta da custodire gelosamente soprattutto perché proposta nella versione integrale. Del resto, ai tempi della sua uscita in patria, nel 1980, venne accusata di violenza sessista dai critici. Tanto che il suo regista Charles Kaufman si autoimpose la certificazione “X” per evitare che la censura ne impedisse l’uscita.

Ma, come sempre in tutto ciò che ruota nell’universo della trashissima casa di produzione Troma, è di una violenza tutt’altro che seriosa che stiamo parlando.

Una violenza al servizio degli evidenti toni satirici emergenti dalla visione di Mother’s day. Una black comedy che, introdotta nel disco proprio da Kaufman, dispensa una decapitazione già nel prologo. Mentre introduce l’anziana signora suggerita dal titolo e i suoi due bizzarri figli psicopatici, coi quali saranno costrette ad avere a che fare tre campeggiatrici. Tre belle e giovani campeggiatrici accampatesi in una sperduta area boschiva del New Jersey praticando il nudo e la pesca.

Senza immaginare, appunto, di finire rapite, imbavagliate e sottoposte a sadici giochi dai due squilibrati davanti agli occhi della madre compiacente. Un trio di personaggi fuori di testa che non avrebbero certo sfigurato nella parentela dei cannibali texani di Non aprite quella porta di Tobe Hooper. Come avrebbero fatto di sicuro il loro perverso e sanguinario dovere anche in Un tranquillo week-end di paura di John Boorman. Soprattutto per quanto riescono a trasmettere il clima generale di follia semplicemente attraverso le loro presenze.

In circa un’ora e mezza in fotogrammi incentrata in maniera principale sui lunghi ed estenuanti tentativi di fuga attuati dalle protagoniste.

Sempre con un forte retrogusto ironico presente, però… fino all’esplosione di brutalità conclusiva, tra martello nei testicoli e acido nitrico pronto per l’uso. Trailer, spot televisivo e nove minuti di dietro le quinte fanno da contenuti speciali. Insieme a dodici minuti in cui l’Eli Roth autore di Hostel parla della pellicola e un commento audio di Kaufman. Quest’ultimo anche presente in un video presso il Comic-Con 2010 affiancato da Darren Bousman, che di Mother’s day ha realizzato proprio allora un remake.

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.