fbpx
Connect with us

Biennale del Cinema di Venezia

WiCa: a Venezia 78 protagoniste le donne afghane

Zahra Ahmadi alla cerimonia di premiazione al Lido . Premiata Alberta Ferretti, la prima stilista a ricevere questo premio

Publicato

il

Le   donne afghane sono le protagoniste del WICa, il Women in Cinema Award, riconoscimento ideato e presentato da Claudia Conte, in collaborazione con un’Academy tutta al femminile di giornaliste, la cui cerimonia di premiazione si è svolta al Lido di Venezia durante la 78/a edizione della Mostra del Cinema. WiCA, che ha il patrocinio dal Ministero della Cultura, nasce per valorizzare e rendere omaggio al talento e al valore delle donne, prevalentemente all’interno dell’industria cinematografica e del mondo delle arti, ma con forte attenzione anche al sociale e al mondo dell’imprenditoria.

WICa un premio per le pari opportunità

Un premio che vuole essere una piccola tessera del grande mosaico della pari opportunità.
“È importante che tutti i paesi capiscano qual è la situazione reale in Afghanistan. I talebani sono assassini della nostra speranza, assassini della nostra anima, non c’è nessuno spazio per legittimarli” ha detto Zahra Ahmadi, attrice afghana e attivista per i diritti delle donne, arrivata da Kabul, grazie alla mobilitazione voluta dal fratello Hamed -.

wica premio

wica premio

WIKa i ringraziamenti di Zahra Ahmadi

La Ahmadi ha voluto ringraziare ancora l’Italia per averla aiutata a fuggire.

«Sono una voce di chi non ha voce, delle donne che non ce l’hanno più. I talebani sono assassini della nostra speranza, assassini della nostra anima, non c’è nessuno spazio per legittimarli, riconoscerli. In questo momento chiedo al mondo, al popolo del mondo: per favore cercate di darci un appoggio per la resistenza in Panshir, è la nostra piccola luce.

Odio il silenzio – ha detto Ahmadi – che esiste questo momento sul movimento in Panshir, è in favore dei talebani. Non è giusto per le donne afghane che stanno vivendo una situazione orribile: non dimenticate. Alla comunità internazionale chiedo una posizione chiara contro i Paesi che si stanno intromettendo in Afghanistan come il Pakistan, la Cina, l’America».

Le ha fatto eco anche Shahrbanoo Sadat, giovane scrittrice e regista.
Accanto alle donne afghane si sono unite nell’accorato appello le altre protagoniste di questa edizione di Women in Cinema Award, Alberta Ferretti, prima stilista a ricevere il WiCA, Jasmila Zbanic, autrice sempre in prima linea nel raccontare storie forti ed accendere, Marta Donzelli, produttrice e presidente del Centro Sperimentale di Cinematografia, l’attrice Virginie Efira, la scrittrice, Nadia Terranova, e anche Silvio Danese, giornalista da sempre attento al cinema realizzato da registe.

wica

La giovane regista Alice Filippi ha ricevuto il premio per la miglior regia per “Sul più bello” dall’Italian Contemporary Film Festival di Toronto, partner culturale di WiCA. (ANSA).

Alberta Ferretti vince il Women in Cinema Award La consegna al Festival di Venezia

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.