fbpx
Connect with us

Latest News

Academy Two prossime uscite della stagione

Il listino tutto al femminile di Academy Two con i film della stagione 2021-2022

Publicato

il

Academy Two prossime uscite: Academy Two è da sempre attenta all’attualità con film che raccontano il presente. Il listino per la prossima stagione dimostra ancora una volta la responsabilità sociale che Academy Two riconosce al cinema e al proprio ruolo di distributore. Tematiche sociali, difesa dei diritti civili e grandi ritratti di donna animano i film della stagione 2021/22, un listino tutto al femminile che vede schierate grandi registe e attrici insuperabili.

Academy Two prossime uscite

Quo vadis Aida di Jasmila Žbanić

Candidato all’Oscar e ai Golden Globe come Miglior film straniero, presentato in Concorso a Venezia 77, Academy Two, insieme a Lucky Red porta in sala, dal 30 settembre, il nuovo film di Jasmila Žbanić Quo vadis, Aida?. La regista di Sarajevo, già premiata con l’Orso d’Oro alla Berlinale nel 2006 con la sua opera prima Il segreto di Esma, racconta una tragedia collettiva attraverso la storia di una donna che tenta l’impossibile per salvare la sua famiglia. Il film è la ricostruzione dei tragici eventi di Srebrenica del 1995 in cui oltre 8000 bosniaci musulmani furono trucidati dalle truppe serbe del generale Mladić.

Quo vadis Aida

France di Bruno Dumont

L’attrice francese più versatile della sua generazione, Lea Seydoux, è la protagonista assoluta del nuovo film di Bruno Dumont. Presentato in Concorso all’ultimo Festival di Cannes e in sala dal 21 ottobre, France è un ritratto di donna senza precedenti, scritto e diretto da uno dei registi più brillanti e provocatori del cinema europeo. France è una star della televisione, sempre di corsa fra una diretta, una guerra in paesi lontani e il trambusto della sua vita privata. Il suo mondo scintillante sembra però crollare dopo un banale incidente stradale. France tenta di rifugiarsi nell’anonimato, ma la sua fama la rincorre. Fino a quando l’illusione di un nuovo amore mette forse fine alla sua ricerca.

 

Un anno con Salinger. di Philippe Falardeau

Due interpreti straordinarie, Margaret Qualley e Sigourney Weaver, sono le protagoniste del film di Philippe Falardeau Un anno con Salinger. Film d’apertura della 70esima edizione della Berlinale, Un anno con Salinger arriva in sala il 18 novembre. Joanna, aspirante scrittrice, è l’assistente di Margaret, l’inflessibile agente letteraria di J. D. Salinger. Il suo compito è cestinare la mole di lettere indirizzate al grande romanziere, ma di nascosto dagli occhi di Margaret, la ragazza comincia a personalizzare le risposte. Le conseguenze saranno imprevedibili e appassionanti, comiche e toccanti.

Temi di grande attualità e storie di donne sono al centro anche dei film in uscita nei primi mesi del 2022.

La fracture. di Catherine Corsini

La francese Catherine Corsini dirige Valeria Bruni Tedeschi in una delle sue interpretazioni più intense e comicamente sincere ne La fracture. Al centro del film, presentato in Concorso all’ultimo Festival di Cannes, c’è una coppia alto borghese sull’orlo della rottura che si ritrova nel pronto soccorso di un ospedale parigino. Ma non è solo un affare di famiglia: la vicenda personale delle due protagoniste viene letteralmente travolta dalle proteste dei gilet gialli che scuotono la capitale francese. L’incontro con uno dei manifestanti, ferito e arrabbiato, manderà in frantumi le loro certezze e i loro pregiudizi.

academy two prossime uscite

Lingui di Mahamat-Saleh Haroun

I diritti delle donne, la solidarietà femminile e la realtà sociale del Ciad, paese dell’Africa centrale prevalentemente musulmano, sono è al centro di Lingui, il nuovo film di Mahamat-Saleh Haroun, (premiato a Cannes nel 2010 per Un homme qui crie e a Venezia nel 2006 per Daratt – La stagione del perdono). Amina vive con la sua unica figlia quindicenne, Maria. Il suo mondo già fragile crolla il giorno in cui scopre che la ragazza è incinta e che non vuole portare avanti la gravidanza. In un paese dove l’aborto è condannato non solo dalla religione ma anche dalla legge, Amina si batterà per permettere alla figlia di vivere in libertà la propria vita.

È andato tutto bene. di Francois Ozon

Sophie Marceau è la magnifica protagonista – insieme a Andrè Dussolier, Charlotte Rampling e Hanna Schygulla – del nuovo lungometraggio di François Ozon presentato in Concorso a Cannes, È andato tutto bene. Tratto dall’omonimo romanzo di Emmanuèle Bernheim, il nuovo film dell’autore più poliedrico e prolifico di Francia, ha per protagonisti una donna e suo padre, un uomo tanto carismatico quanto difficile da amare, ora colpito da una malattia, che le fa un’ultima, disperata richiesta: aiutarlo a morire.

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.