fbpx
Connect with us

VIDEODRHOME

In blu-ray l’inedito horror Z: Vuole giocare

Approda in blu-ray italiano Z: Vuole giocare, diretto nel 2019 da Brandon Christensen.

Publicato

il

Inedito cinematografico, approda direttamente su supporto italiano in alta definizione Z: Vuole giocare, diretto nel 2019 da Brandon Christensen. Lo stesso Christensen che aveva esordito nella regia di un lungometraggio due anni prima, grazie a Still/Born. Un horror, proprio come questa seconda prova, al cui centro troviamo la Keegan Connor Tracy che finiva impalata nel secondo, ottimo Final destination. È una giovane mamma molto premurosa e che vive insieme ai suoi familiari, ovvero il marito, la madre gravemente malata e allettata e il figlio. Un bambino di otto anni in possesso dei connotati del Jett Klyne visto, tra l’altro, nell’action movie Skyscraper, interpretato dall’imponente Dwaye Johnson.

Un bambino di otto anni che viene quasi voglia di associare al Jacob Tremblay di Somnia.

Del resto, da parte di entrambi non tarda a manifestarsi la propensione di avere a che fare con particolari fenomeni più o meno visibili. Perché, se in Somnia Tremblay materializzava nella realtà il contenuto dei suoi incubi, Klyne in Z: Vuole giocare non è da meno. A destare preoccupazione nei suoi genitori, infatti, è la tendenza del ragazzino a comunicare continuamente con un amico immaginario che chiama, appunto, Z.

Preoccupazione più che condivisibile, considerando che terribili episodi non tardano a susseguirsi nel nucleo familiare. Fino al momento in cui cominciano a verificarsi anche improvvise e inaspettate morti. Nel corso di oltre un’ora e venti di visione destinata ad evolversi lentamente per legare la inquietante situazione ad un trauma riconducibile al passato della protagonista.

Oltre un’ora e venti di visione rientrante, dunque, nel filone da schermo dei bimbi diabolici e immersa in un’atmosfera perennemente cupa e grigia.

Un’atmosfera efficacemente enfatizzata dalla fotografia trasudante contrasti a cura di Bradley Stuckel. Man mano che, prima ancora che si approdi agli omicidi, a far balzare lo spettatore dalla poltrona provvedono consueti jump scare e terrificanti apparizioni. Tra le quali citiamo almeno quella particolarmente raccapricciante nella vasca da bagno. Portando progressivamente ad un epilogo volutamente ambiguo e aperto a più interpretazioni che rende Z: Vuole giocare diverso da analoghe produzioni horror. Con booklet annesso e il trailer italiano quale extra, a renderlo disponibile in limited edition blu-ray è Koch Media all’interno della sua collana Midnight Factory.

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.