fbpx
Connect with us

BERLINALE

‘A School in Cerro Hueso’ il delicato racconto di Betania Cappato

Il film è basato sulla vita personale di Betania Cappato, non solo regista, ma anche fotografa

Publicato

il

a school in cerro hueso

Alla Berlinale Summer Special, in concorso, c’è anche A School in Cerro Hueso, delicato racconto di una bambina autistica.

A school in Cerro Hueso: di cosa parla

«E perché non parla?» – «Beh, perché non può… non sta fingendo».

All’età di sei anni, Ema deve iniziare la scuola. Eppure la maggior parte delle scuole non sono disposte ad accettare un’alunna diagnosticata nello spettro dell’autismo. Gli unici disposti ad insegnarle sono gli insegnanti di una piccola scuola rurale sul fiume Paraná. Per la famiglia di Ema, questo significa lasciarsi alle spalle la città per iniziare una nuova vita in campagna. Stare vicino alla natura e passare del tempo con una cavalla chiamata Estrellita aiuta Ema a fare dei piccoli ma importanti passi. Grazie alla comunità locale senza pregiudizi e soprattutto alla gentile amicizia della sua compagna di classe Irena, diventa sempre più capace di partecipare al mondo che la circonda, a modo suo.

La regia di A school in Cerro Hueso

A dirigere A school in Cerro Hueso è la regista e fotografa Betania Cappato. La fotografa e regista è nata a Colastine, Argentina, nel 1984. E ha studiato all’Instituto Superior de Cine y Artes Audiovisuales de Santa Fe. Il suo documentario Frankie è stato presentato in anteprima al Doc Buenos Aires film festival.

Basato sulla storia familiare della regista, A school in Cerro Hueso di Betania Cappato racconta con astuzia e tenerezza il viaggio interiore della sua giovane protagonista.

Le dichiarazioni di Betania Cappato e non solo

Ecco quanto dichiarato da Betania Cappato relativamente al suo A school in Cerro Hueso:

È la storia di mio fratello che ora ha 9 anni e che ha trovato un luogo di contenimento in quella scuola molto povera sulle rive del Paraná, con cui ho costruito una finzione come scorciatoia per ritrarre le persone che mi circondano.

«Con una visione cinematografica bella, commovente e forte, lo spettatore è invitato a un viaggio ipnotico e spirituale. Un film intimo e personale che lascia spazio e crea spazio. Cerca somiglianze, non differenze. Guarda apertamente il mondo e permette così una visione sensibile e speranzosa della solidarietà». È stata, invece, questa la spiegazione della giuria, composta dall’attrice tedesca Jella Haase, dal regista olandese Mees Peijnenburg e dalla regista e sceneggiatrice tedesca Melanie Waelde.

Produzione e cast

A School in Cerro Hueso è prodotto dal suo autore e da Iván Fund, coprodotto da Rita Cine e Insomnia Films, con Tres Sonido come produttore associato. È interpretato da Clementina Folmer (Ema), Mara Bestelli (Julia), Pablo Ruíz Seijo (Antonio), Irene Zequin (Irene), Mónica Núñez (Sonia), Brian Modine e Valentín Maza (fratelli di Irene), Carla Rucitti (regista), Viviana Taus (insegnante) e Ariel Núñez (compagno di danza).

Qui per alcuni degli altri film in concorso:

‘What Do We See When We Look at the Sky?’, il magico realismo di Alexandre Koberidze alla Berlinale Summer Special

‘Ballad of a White Cow’ il cinema iraniano alla Berlinale

 

‘Petite Maman’ alla Berlinale lo stupore infantile

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.