fbpx
Connect with us

DIRETTE EVENTI & FESTIVALS

Il TorinoFilmLab non mancherà l’appuntamento con Cannes 2021

Ogni anno il TorinoFilmLab riceve in media 800 candidature di film e serie tv.

Publicato

il

TorinoFilmLab

Il TorinoFilmLab continua a raccogliere successi e non mancherà l’appuntamento con Cannes 2021. Sono ben 6 le opere realizzate con il sostegno del Lab – Museo Nazionale del Cinema selezionate per Festival di Cannes.

Enzo Ghigo è il nuovo presidente del Museo Nazionale del Cinema - Quotidiano Piemontese

Enzo Ghigo

L’attività del TorinoFilmLab

Siamo molto contenti che anche quest’anno i film supportati dal TorinoFilmLab siano presenti a Cannes, uno dei più importanti festival al mondo. Una garanzia del fatto che promuovere gli autori emergenti ripaga con ottimi risultati.”

Con queste parole Enzo Ghigo, Presidente del Museo Nazionale del Cinema di Torino, non nasconde la soddisfazione per il successo ottenuto dal Laboratorio torinese.

Ogni anno il TorinoFilmLab riceve in media 800 candidature di film e serie tv e di questi progetti una selezione entra nella TFL community, partecipando al programma di sviluppo. Un vero trampolino di lancio per i principali Festival internazionali.

I film presenti alla Certain Regard

Un Certain Regard, selezione ufficiale del Festival di Cannes 2021, la cui 74° Edizione si terrà dal 6 al 17 Luglio, vede in programma Le Civil. Teodora Ana Mihai realizza questo film, dopo la partecipazione al programma per sceneggiature ‘ScriptLab’ nel 2017.

La Civil è un dramma psicologico ispirato alle storie delle vittime del cartello della droga e delle loro famiglie. È una coproduzione internazionale che coinvolge il Belgio, la Romania e il Messico.

Altri 5 titoli sostenuti dal TorinoFilmLab compaiono tra i film delle sezioni parallele, Semaine de la Critique (60° edizione 7-15 luglio) e La Quinzaine des Réalisateurs (53°edizione 7-17 luglio).

La 60° Semaine de La Critique

Tre, invece, sono i lungometraggi che portano il nome del TorinoFilmLab presenti alla 60° Semaine de La Critique, che quest’anno ha l’amore come tema centrale.

Piccolo corpo di Laura Samani, giovane regista di Trieste, che ha partecipato per due anni ai programmi di TorinoFilmLab. Il film è un viaggio interiore di una madre alla ricerca della degna sepoltura per il proprio figlio. Piccolo Corpo è prodotto da Nefertiti Film con Rai Cinema, con Tomsa Film (Francia) e Vertigo (Slovenia).

Amparo di Simon Mesa Soto, un regista colombiano che ha partecipato a ScripitLab 2017, racconta, ancora una volta, la storia di una madre, che si batte per suo figlio. Il film è prodotto da Ocúltimo (Colombia) con Momento Film (Svezia) e Flare Film (Germania).

Feathers, di Omar El Zohairy, è un’opera con una genesi lunga due anni. Il lungometraggio, targato TFL è stato realizzato grazie ai programmi di ScripitLab 2016 e FeatureLab 2017.

Il regista egiziano concentra la storia su una donna remissiva che, improvvisamente è costretta a farsi carico delle responsabilità familiari.

Feathers è prodotto da Still Moving (Francia) in coproduzione con Film Clinic (Egitto), Kepler Film (Paesi Bassi) e Heretic Film (Grecia).

Quinzaine des Realisateurs

Ma non non si esaurisce qui la presenza di TorinoFilmLab a Cannes. In Quinzaine des Realisateurs, infatti, compaiono altre due opere realizzate con il sostegno del laboratorio torinese.

Medusa, il secondo film della regista brasiliana Anita Rocha da Silveira, racconta la storia della giovane protagonista, che per mantenere l’apparenza di una donna perfetta, controlla tutto e tutti intorno a lei. La sceneggiatura di questo film è stata realizzata durante ScripitLab 2017.

The Sea Ahead è l’esordio del regista libanese Ely Dagher. Protagonista di questo film è Jana, che dopo tanto tempo torna a Beirut e si ritrova nell’insolita vita familiare. Il film è prodotto da Andolfi (Francia), Abbout Productions (Libano), Wrong Men (Belgio), Beachside Films (USA) e Beaverandbeaver (USA).

Ma il festival di Cannes è anche l’occasione per confermare il talento di molti filmmaker cresciuti al TorinoFilmLab. È il caso di Julia Ducournau in competizione ufficiale con Titane e Juho Kuosmanen con Hytti Nro 6.

Il TorinoFilmLab è promosso dal Museo Nazionale del Cinema con il supporto di MiC – Ministero della Cultura, Regione Piemonte, Città di Torino e il sottoprogramma Creative Europe – MEDIA dell’Unione Europea.

 

 

 

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.