Terza serata di opere in concorso all’ottava edizione di Cortoons

images

Terza serata di opere in concorso al Cortoons caratterizzata da un livello medio più alto.

Si parte con il divertente Fluffy Mc Cloud, storia di una nuvola simpatica e pasticciona, di Conor Finnegan e Kichwa, variazione della francese ESMA sul tema dell’anacronismo nei viaggi del tempo. La tenerezza dell’orso di The Playmate precede gli impegnati 25 minuti del coniglio Esterhazy, corto sul muro di Berlino che ricorda in più punti il fumetto “Maus” di Spiegelmann. Ancora ESMA fa centro con Mortys, originalissima commedia che caratterizza la Morte come una donna in carriera che non ha tempo per il suo bambino. Metodico nello svolgimento e beffardo nella conclusione è il 3D L’inventeur, storia di un impiegato/inventore che risolve a modo suo una difficile consegna: degno di nota, nonostante una confezione mai ruffiana. Allison Craig realizza con Barko uno dei migliori corti della kermesse, versione canina di un’opera a metà fra Dumbo e Il Circo di Chaplin. Da sottolineare l’impegno civile dell’americano John Riccardi che con Sustain gira uno spot a favore dello sviluppo sostenibile e la distribuzione intelligente delle risorse del pianeta. Dopo le buone atmosfere di The Lunatic Counci, si chiude con un altro spot, stavolta caricaturale contro il bullismo: Bullo è bello di Davide Bastolla, che potremmo davvero far vedere nelle scuole, ci fosse la sicurezza che qualcuno spieghi poi ai ragazzi l’esatta lettura dell’opera.

Angelo Mozzetta

Utlima modifica: 10 Aprile, 2011



Condividi