fbpx
Connect with us

ROME INDEPENDENT FILM FESTIVAL

#Riff – “Mat And Her Mates”: laboratori di auto-aiuto ginecologico in uno ‘squat’ di Nantes.

Mat And Her Mates ovvero acquisire maggior consapevolezza del come procurarsi e procurare piacere nei rapporti con la/il partner

Publicato

il

Mat and her Mates

Pauline Penichout, giovane e trasgressiva regista francese, decide di raccontare in un breve documentario, “Mat And Her Mates” (25’), attraverso riprese ‘pris sur le vif’, l’attività di un laboratorio di ‘auto-aiuto ginecologico’ organizzato da Mat e da un nutrito gruppo di amiche in uno squat di Nantes. La finalità è quella di ‘guardarsi e conoscersi’ dentro e fuori, nel corpo e nelle reazioni psicologiche. Munite di specchietti e di speculum in plastica, le partecipanti devono riuscire ad individuare le parti ‘visibili’ dell’apparato genitale, di rendersi conto della loro precisa collocazione interna, acquisendo maggior consapevolezza del come procurarsi e procurare piacere nei rapporti con la/il partner.

Alcune ragazze dichiarano apertamente la propria omosessualità, altre non si esprimono ma, senza inibizioni, tutto il gruppo partecipa attivamente ad una seduta in cui si mette in discussione, individualmente e collettivamente, il rapporto con se stesse, col proprio corpo, con l’amore e col sesso, con le relazioni amicali ed intime, in una sorta di rito di liberazione collettivo, che potrebbe appartenere al Sessantotto e alla rivoluzione sessuale, mentre in realtà avviene circa 50 anni dopo.

Mat si racconta, nell’intervista finale, nella sua giovanile vitalità, nel suo desiderio di avere una pluralità di storie con differenti ragazze, numerosi e diversi rapporti che l’aiutino a conoscere meglio il piacere nelle sue varie forme, e ad esplorare il mondo interno ed esterno a sé, senza infingimenti.

Mat and her Mates” è stato il lavoro finale della regista per il suo diploma al Dipartimento di Cinematografia “la Femis”.

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.

Commenta