fbpx
Connect with us

NEWS

Il Celio Azzurro festeggia vent’anni

Il Centro Interculturale CELIO AZZURRO festeggia vent’anni. Il 19 novembre all’Acquario Romano una mostra fotografica e un convegno/festa, a partire dalle ore 15.00.

Publicato

il

sotto_il_celio_azzurro

Il Centro Interculturale CELIO AZZURRO festeggia vent’anni. Il 19 novembre all’Acquario Romano una mostra fotografica e un convegno/festa, a partire dalle ore 15.00.
Insieme al personale della scuola, agli ex allievi interverrà anche il presidente della Provincia Nicola Zingaretti per parlare di immigrazione, integrazione possibile, intercultura…
Sarà presente anche il regista Edoardo Winspeare che ha dedicato alla scuola il suo ultimo film Sotto il Celio Azzurro.

Inaugurato il 1° giugno 1990, il Celio Azzurro è stato il primo Centro in Italia destinato all’ infanzia immigrata. In questi anni ha accolto più di mille bambini provenienti da oltre settanta paesi dei cinque continenti e continua a lavorare per offrire una serena vita scolastica a bambini figli di immigrati nati in Italia, a bambini di famiglie italiane e a bambini venuti da poco nella nostra città. E’ un luogo che da vent’anni rappresenta la testimonianza concreta e vissuta della  possibilità di una convivenza all’insegna del rispetto, dello scambio e della valorizzazione delle diverse culture presenti a Roma. E’ un laboratorio interculturale nel quale proteggere le radici delle storie delle persone e la loro identità culturale, un punto di riferimento non solo per le famiglie immigrate, ma anche per le famiglie italiane.  Una piccola ma significativa comunità, che è riuscita a creare un  contesto di attenzione e di solidarietà, una rete di relazioni che ha contribuito a prevenire il rischio di isolamento e di marginalità sociale. Un convegno ma anche una festa con tutte le persone che  hanno percorso insieme a noi questi venti anni.  Perché i “venti” dell’intercultura riguardano tutti.

Registrati per ricevere la nostra Newsletter con tutti gli aggiornamenti dall'industria del cinema e dell'audiovisivo.

Commenta